mercoledì 2 settembre 2015

Ospedale di Corleone: ripristinata l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia!



L'ospedale di Corleone
IL COMUNICATO DEL COMITATO "PRO OSPEDALE"
Questa mattina si è tenuta, a Petralia Sottana, la Conferenza dei Sindaci, presieduta dal Sindaco di Corleone Savona, al cui ordine del giorno c’era l’approvazione dell’Atto Aziendale presentato dall’Asp di Palermo. Del corleonese erano presenti i sindaci di Palazzo Adriano Carmelo Cuccia, di Campofiorito Giuseppe Oddo, di Corleone Lea Savona e di Prizzi Luigi Vallone, i vicesindaci di Roccamena Domenico Foto e di Bisacquino Matteo Tortomasi, l’assessore di Chiusa Sclafani Luisa Scrima e il Presidente del Consiglio di Roccamena Antonella Cammarata.

Il Direttore Generale Antonino Candela ha presentato l’atto aziendale con la modifica che prevede il ripristino dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia affermando che tale decisione è nata dal confronto tra l’azienda, il Comitato Pro Ospedale e i sindaci che si è tenuta a Corleone il 18/08/2015.
Ricordiamo, infatti, che nella bozza presentata, nei giorni scorsi, c’era il declassamento della chirurgia a unità operativa semplice e per questo c’è stata pronta mobilitazione del Comitato Pro Ospedale che ha voluto incontrare l’azienda per spiegare i motivi e le preoccupazione del territorio.
Va dato merito al Direttore Candela e al Direttore Noto che in questi anni hanno dimostrato con i fatti quanto tengano all’Ospedale di Corleone e a questo territorio.
In base a tale consapevolezza nei prossimi mesi ci confronteremo con loro e con la Regione, anche e soprattutto, per sfruttare i 6 milioni di euro che il governo ha previsto per il nostro nosocomio e che potranno esser utilizzati per finire la terza ala. Con tale opera si verrebbe a creare una cittadella della salute che integri, di fatto, Ospedale e Territorio. 
Il mantenimento fermo della linea di rivendicazione del Comitato Pro Ospedale, ancora una volta uniti e senza divisioni politiche, ha dato l’ulteriore risultato che ci permette di dare ai nostri cittadini una chirurgia salva vita e abbiamo dimostrato che su tale tema il corleonese non è un’identità astratta ma concreta.
Il Comitato Pro Ospedale di Corleone

Nessun commento: