martedì 4 agosto 2015

Palermo, Borgo Vecchio. I Carabinieri scoprono una piantagione di mariujana in un appartamento privato



I Carabinieri a Borgo Vecchio
PALERMO: è iniziato stamane, alle prime luci dell’alba, il controllo dei Carabinieri del Comando Provinciale all’interno del quartiere di Borgo Vecchio. Diverse le pattuglie dei Carabinieri che sono intervenute per controllare auto e persone ed effettuare decine di perquisizioni domiciliari alla ricerca di armi e droga. Ed è a seguito di una di queste che è stata rinvenuta una piantagione indoor con circa settanta piantine di Mariujuana. All’interno dell’abitazione, sita al secondo piano di uno stabile di tre piani, una stanza era stata riservata ed adibita per alla realizzazione della piantagione fornita di un moderno impianto di areazione. Tra il tinello e la camera da letto era stata realizzata una piantagione indoor perfettamente organizzata e quindi produttiva (condizionatore, ventilatore, lampade alogene, un impianto di irrigazione a goccia e fertilizzanti vari).

I tecnici dell’ENEL hanno anche verificato che detto impianto era allacciato abusivamente direttamente alla rete pubblica. Il proprietario dell’abitazione, presente al momento del controllo, identificato in D. A. a. n. nato a Palermo, classe 1988, è stato pertanto arrestato per coltivazione di sostanza stupefacente e furto aggravato di energia elettrica. L’uomo per nascondere “gli odori” della piantagione , agli altri inquilini, e soprattutto per eludere il controllo delle forze dell’ordine, faceva uso di diversi deodoranti con la cui essenza cospargeva l’interno appartamento. All’uopo sono state infatti  ritrovate diverse confezioni di tali prodotti che emanavano profumi inebrianti. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Nessun commento: