Barra video

Loading...

martedì 12 maggio 2015

I produttori dell’Associazione "Fior di Corleone" presenti all'Expo di Milano

La passata di pomodoro "Siccagno Corleonese"
Le buone idee continuano a dare buoni frutti. Anche dopo un secoloL’Associazione Fior di Corleone insieme alla Flai Cgil e Slow Food sarà presente giovedì 14 Maggio al Cluster Bio-Medieterraneo di Milano Expo. I nostri associati aggregandosi tra di loro nel novembre 2013 hanno condiviso alcune regole etiche quali quella del rispetto dei diritti dei lavoratori durante le loro attività lavorative e quella di  garantire la tracciabilità delle loro produzioni dotandosi di strumenti atti a dimostrare la filiera produttiva: dai terreni individuati, alle semine, alle modalità di fertilizzazioni, alla raccolta e deposito dei prodotti. Hanno scelto di dichiarare pubblicamente la volontà di non avvicinamento a scelte illegali presenti nel modo del lavoro ma anche nella vita quotidiana. Ad oggi hanno aderito 22 produttori dei comuni di Corleone, Monreale, Chiusa Sclafani, Prizzi, Giuliana e Bisacquino. Molti di loro hanno solo materie prime, altri hanno avviato parzialmente un percorso di trasformazione in loco dei prodotti A questi si aggiungono 31 soggetti singoli e associati che forniscono una piccola rete di consumo nel territorio nazionale. L’associazione è nata in seguito all’esperienza della Coop Sociale “Lavoro e non solo”, che gestisce i beni confiscati alla mafia e che in questi anni ha offerto l’opportunità a tanti ragazzi e ragazze di condividere un impegno sociale e culturale nei terreni liberati alle mafie.

Ma la sua nascita è anche frutto di un “lievito” presente nella comunità corleonese e avviato anni fa da scelte strategiche di governo della città e dall’efficacia di un presidio democratico quale è stata la Camera del Lavoro. Durante l’evento presenteremo e condivideremo con gli altri organizzatori il codice etico sul pomodoro siccagno corleonese: dalla sua produzione, coltivazione, raccolta, trasformazione e vendita. Siamo convinti che ci siano le condizioni culturali per garantire un maggior onere economico nel rispetto dei diritti dei lavoratori a chi produce lavorando la terra e per far ottenere un risparmio.
Per la genuinità, qualità e tipicità dei prodotti, l’associazione Fior di Corleone si impegna ad applicare il metodo della filiera corta e della sua tracciabilità in ciascuna delle fasi di produzione e a dar vita ad un tipo di commercio che permetta ai consumatori di acquistare generi alimentari direttamente dai produttori economico a chi consuma il prodotto. E’ necessario evitare alcuni intermediari che hanno il solo scopo di lucrare ingiustamente da ambo le parti. Necessitano azioni concrete e  coraggiose e le scelte del consumo sono decisive sul rispetto delle produzioni. Così abbiamo scelto di definire questa strategia: “Il Gusto della Vitamina L&L”. Si tratta di produttori locali che ereditano un impegno e un percorso di emancipazione sociale che vide fin dalla fine dell’ottocento un movimento popolare contadino organizzato nei cosidetti “Fasci Siciliani” rivendicare il valore del costo del grano, per poi dare vita alla promozione di cooperative di lavoro come Unione Agricola e di consumo come Terra Madre. Fu il corleonese Bernardino Verro ad interpretare al meglio questo impegno: nella sua forte dedizione riuscì anche a farsi eleggere Sindaco, ma tutto questo gli costo la vita in quanto la mafia lo uccise nel 1915. Quindi la  Proiezione del docu-film “Per quel soffio di libertà” alla presenza del regista Alberto Castiglione. Produzione KOINE' Film – Sicilia Film Commission – Flai-Cgil  2015 (durata 40 min.) è per noi un riferimento culturale che , insieme a tanti altri, vogliamo condividere nei suoi contenuti e volontà. Quindi l’Onestà e Genuinità dei prodotti sono il grande valore aggiunto che si traduce nel nome Fior di Corleone.
www.fiordicorleone.it
email fiordicorleone@gmail.com

Nessun commento: