giovedì 14 maggio 2015

Festa della prevenzione al Massimo per “Asp in piazza”

Sono state 3.648 le prestazioni effettuate. Nel 2015 diagnosticati in piazza 2 tumori alla mammella
Ginnastica posturale e spinning, ma anche yoga acrobatico. Esami, visite specialistiche e sport nel “Villaggio della prevenzione” allestito dall’Azienda sanitaria provinciale a Piazza Massimo. Dalle 9 alle 17 un flusso continuo di palermitani ha preso d’assalto gazebo e camper di “Asp in piazza”, manifestazione itinerante sulla prevenzione organizzata per portare la “sanità tra la gente”. “Nelle precedenti 7 tappe – ha sottolineato il direttore generale, Antonio Candela – i nostri medici hanno diagnosticato due tumori alla mammella ed uno alla tiroide, mentre sono stati 35 i casi di diabete mai acclarati accertati in piazza. Nell’arco di dieci giorni, le donne alle quali era stato diagnosticato il tumore alla mammella sono state avviate ad un percorso di secondo livello con l’effettuazione della biopsia dopo 3 giorni e l’intervento chirurgico dopo 10 giorni”.

            A Piazza Massimo sono state 3.648 le prestazioni effettuate all’interno dei 18 gazebo ed a bordo dei 5 camper, tra cui uno ha ospitato un mammografo digitale di ultima generazione. “Per rispondere alle richieste di un grandissimo numero di utenti – ha spiegato Candela – abbiamo allestito due ambulatori di cardiologia ed altrettanti di dermatologia e di pneumologia. Tantissimi sono stati anche gli studenti degli Istituti superiori della città che si sono recati nel gazebo delle dipendenze patologiche per partecipare all'iniziativa sulla prevenzione dall'alcolismo”.
            Sono state, tra l’altro, 928 le prestazioni effettuate nell’ambito dello screening del diabete, mentre 139 le mammografie e 218 le ecografie alla tiroide. “Ho apprezzato la validità di una manifestazione che fornisce un reale servizio alla collettività – ha detto il vicepresidente dell’Ars, Giuseppe Lupo – è una manifestazione unica che, nell’interesse di tutti, deve proseguire il suo percorso”.
            Il sole cocente non ha scoraggiato i palermitani che fino alle 17 sono rimasti in attesa di effettuare visite ed esami, tutti gratuiti e con accesso diretto. Presenti a Piazza Massimo anche i veterinari che, nell’ambito della lotta al randagismo, hanno impiantato 48 microchip, mentre l’ufficio mobile ha rilasciato 189 certificati di esenzione ticket per reddito.
            L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione Medici sportivi, l’associazione Danilo Dolci, “Serena a Palermo” e la LILT (lega italiana per la lotta i tumori).
            “Voglio esprimere il mio apprezzamento e la mia gratitudine a tutti gli operatori che hanno reso possibile lo svolgersi  dell'iniziativa 'Asp in piazza' – ha detto il sindaco di Palermo e presidente ANCI Sicilia, Leoluca Orlando – è un’iniziativa che fornisce un importante contributo alla diffusione della cultura della salute. L’Asp ha realizzato un sistema diretto di informazione e prevenzione, che viene incontro alle esigenze dei cittadine del territorio della Provincia e dei diversi quartieri della città di Palermo”.
            Il “viaggio” della prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale proseguirà la prossima settimana con l'Asp in Piazza nelle Pelagie: martedì 19 a Linosa, il 20 e 21 a Lampedusa. Sabato (16 maggio), invece, 15 ambulatori dell’Asp saranno aperti al pubblico (dalle ore 9 alle 13.30) per l’Open dai.  Medici, tecnici e personale dedicato all’accoglienza, garantiranno la mammografia ed il pap-test alle donne che rientrano nella fascia d’età individuata dai programmi di screening: 50-69 anni per la prevenzione del tumore al seno e 25-64 anni per  il carcinoma del collo dell’utero.


Nessun commento: