lunedì 20 aprile 2015

N. ANSELMO: "Sottovoce (ma non troppo). Ai Cappuccini l'atteso crollo. Sindaco, facciamo luce sui nuovi barbari"

Il muro della chiesa dei Cappuccini crollato
LA DENUNCIA SOMMESSA (MA NON TROPPO) DI NONUCCIO ANSELMO
Il convento dei Cappuccini con l’annessa Chiesa, di cui proprio l’altro giorno è crollato un altro pezzo di muro, non sono luoghi anonimi: «da queste parti – scrive Nonuccio Anselmo sul suo Blog - c'era un tal Filippo Latino, detto Bernardo, santo, con migliaia di pubblicazioni sparse nelle biblioteche, che spiegano come per il mondo sia stato il più grande cappuccino degli ultimi tre secoli, prima di Padre Pio e senza tentazioni di fare graduatorie; c'era il monaco del duello che diede corpo al fra' Cristoforo di Manzoni: una quisquilia e una pinzellacchera direbbe il compianto Totò; c'era un amico e confratello di nome Girolmo, pure lui nel libro dei santi, anche se il suo nome è ancora scritto a matita. E dunque, se non fosse per il sempre solito menefreghismo, un posto simile avrebbe meritato la spesa di qualche centinaia di milioni di lire prima e di alcune centinaia di migliaia di euro oggi? Affidiamo la risposta allo Stato dell'Agenzia delle entrate, quella che sa far bene i conti, e al ministro dell'economia, che i conti li sa fare ancora meglio, soprattutto le sottrazioni. Qui si potrebbe scrivere un intero volume di storia dei Cappuccini a Corleone, ma non mi va, non ne ho neanche la voglia davanti ad un muro crollato...».
Nonuccio Anselmo
LEGGI TUTTO

Nessun commento: