Barra video

Loading...

mercoledì 22 aprile 2015

ELETTO FRANCESCO PIASTRA, GIA’ SEGRETARIO FIOM, ALLA GUIDA DELLA FILLEA CGIL DI PALERMO

Francesco Piastra
Palermo 22 aprile 2015 – Francesco Piastra è il nuovo segretario della Fillea Cgil di Palermo. Già segretario dei metalmeccanici, da 17 anni in Fiom, Piastra, 45 anni, è stato eletto oggi segretario degli edili dal comitato direttivo della Fillea, alla presenza del segretario nazionale Fillea Walter Schiavella, del segretario regionale Fillea Franco Tarantino e del segretario della Cgil di Palermo Enzo Campo. Francesco Piastra prende il posto del segretario uscente Mario Ridulfo, transitato il mese scorso alla segreteria provinciale Cgil. Con questo secondo appuntamento elettorale, si riempiono  i tasselli rimasti vuoti alla guida del sindacato nel processo di costituzione del  nuovo gruppo dirigente che affianca il segretario Enzo Campo.   Domani sarà la volta dell’elezione del nuovo segretario della Fiom Cgil, al posto lasciato libero da Piastra. Il nome proposto alla guida dei metalmeccanici palermitani è quello di Angela Biondi, segretaria d’organizzazione della Cgil di Palermo. “Passo da una trincea all’altra,  consapevole delle difficoltà del settore e dell’industria edile”, ha commentato Piastra, che in questi anni ha guidato  le più complesse  vertenze del settore metalmeccanico, dai Cantieri Navali
di Palermo  e all’indotto, a Keller, Italtel, Ansaldo Breda, Tele Spazio, Selital, Tecnosistemi, Palitalia, per contrastare il processo di desertificazione industriale nella provincia di Palermo  - Un settore, quello dell’edilizia,  dove un operaio su due lavora in nero  e il  numero dei degli occupati censiti nella nostra provincia è sceso in 4 anni del 35 per cento, con 6.703 edili in meno. Proprio per questo il nostro impegno prioritario sarà quello al fianco del comitato dei disoccupati,  per rilanciare le battaglie per il lavoro. Le amministrazioni pubbliche devono potenziare gli  investimenti nelle infrastrutture  e nei trasporti, nell’edilizia scolastica, nelle manutenzioni, nel restauro del nostro patrimonio architettonico. Tutto questo può portare  nuova e buona occupazione”.


Nessun commento: