Barra video

Loading...

mercoledì 15 aprile 2015

Corleone. La Cgil addolorata per la scomparsa di Luca Nicolosi

Luca Nicolosi
Sono sconvolto e addolorato. Vengo dall'ospedale di Corleone dov'è morto questa mattina Leoluca Nicolosi, il capolega della Flai-Cgil di Corleone. Era un punto di riferimento per tutti gli operai forestali, un punto di riferimento costante per me, durante questi anni in cui ho svolto il ruolo di segretario della Camera del lavoro di Corleone. Luca lottava per il lavoro produttivo alla forestale, per dare dignità e memoria ai caduti del movimento contadino nella lotta contro la mafia, a cominciare da Placido Rizzotto, alla cui cerimonia annuale non mancava mai. Luca lottava per una nuova agricoltura e per dare dignità ai lavoratori, a tutti i lavoratori. Quante assemblee abbiamo fatto insieme! A quanti scioperi abbiamo partecipato! Li ricordi, Luca!? Io li ricordo tutti e tu eri al mio fianco insieme ad altri operai. Non ti stancavi mai. Sapevi che a noi non è concesso stancarsi, vero? Ciao, Luca. Ho pianto per te oggi. Piango per te. Non mi vergogno a dirlo al "mondo". Sono onorato di essere stato un tuo amico e compagno. Credimi, anche tu per me eri, sei, un amico e compagno fraterno! Ti voglio bene...
Dino Paternostro

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO 
LEGGI IL COMUNICATO STAMPA DELLA CGIL 
Muore operaio della forestale a Corleone in un incidente col trattore. Il cordoglio della Cgil e della Flai: “Perdiamo il nostro capo lega”, dicono Dino Paternostro, Tonino Russo ed Enzo Campo 

Palermo 15 aprile 2015 - Un operaio della Forestale, delegato della Flai Cgil di Palermo, Leoluca Nicolosi, 57 anni, di Corleone, padre di due figli, ha perso la vita questa mattina in un incidente col suo trattore mentre tornava dal lavoro nelle campagne alle porte del paese. Il trattore è andato fuori strada, precipitando in un burrone con un volo di circa 20 metri. Il corpo è stato recuperato e portato col 118 all’ospedale di Corleone, dove è stato constatato il decesso. La Cgil di Palermo e la Flai Cgil esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima e ai colleghi di lavoro. “Era un lavoratore esperto, bravo, appassionato, un punto di riferimento della Flai – dichiarano il segretario Cgil Palermo Enzo Campo e il segretario della Camera del lavoro di Corleone Dino Paternostro -. Difendeva con grande determinazione la categoria, segnalava sempre i lavori di salvaguardia e manutenzione del territorio che bisognava fare e che spesso non venivano programmati, né messi in cantiere dalle istituzioni”. Una grande perdita soprattutto per la Flai Cgil di Palermo, di cui era il punto di riferimento a Corleone. “Perdiamo il nostro capo lega. Era combattivo, sempre attento e in prima linea nella battaglie sindacali – dichiara il segretario della Flai Cgil di Palermo Tonino Russo -. Nicolosi stava facendo dei lavori nella sua campagna. Non stava lavorando per il suo ente, l’Azienda foreste di Palermo, perché come tutti i 151unisti aspettava gli avviamenti che sarebbero dovuti arrivare già nel mese di marzo e che ancora tardano a partire”. Era tra quei lavoratori che, in attesa del ritorno al lavoro, si erano resi disponibili nei giorni dell’emergenza maltempo per dare una mano in modo volontario alle amministrazioni in difficoltà, costretti all’isolamento, come Corleone e Bisacquino, per liberare terreni, case e strade poderali dal fango e per ripristinare le aree colpite da smottamenti e frane.

Nessun commento: