domenica 29 marzo 2015

Calcio. Il Corleone batte 4-1 fuori casa la Jatina

Un'azione di gioco del Corleone
JATINA-CORLEONE 1-4
JATINA: Agostaro, Caruso, Italiano, Di Giovanni, Terzo, Passamonte, Allegro, Griglie, Rizzuto, Ganci, Intravaia.
CORLEONE: Russo (1’ II T Soltani), Cannella, Lupo A., Cardella, Ferrante, Saporito 10’ II T D’Ignoti), Jaiteh, Alfano, Paternostro (20’ II T Ponzo), Labruzzo, Li Manni.
ARBITRO: Marino di Trapani.
RETI: 12’ Cardella; 25’ Li Manni; 13’ II T Griglie; 15’ II T Li Manni; 45’ II T Li Manni.
SAN CIPIRELLO – Con entrambe le squadre matematicamente salve, la partita tra la Jatina e il Corleone aveva ben poco da dire sul piano degli obiettivi di stagione. Ne è venuta fuori una gara tranquilla, in cui ciascuna delle due compagini hanno pensato a giocar bene e far divertire il pubblico sulle gradinate. Già al 12’ il Corleone sbloccava il risultato con un gran tiro da fuori area dell’ottimo Cardella. La palla s’insaccava alla sinistra di Agostaro, che in questa occasione non ha dimostrato una grande reattività. Pochi minuti ancora e gli ospiti raddoppiavano con una rete su punizione del bomber Li Manni. Si andava così al riposo con il Corleone padrone del campo e avanti di due reti. GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO
Nella ripresa la Jatina dimostrava, però, che non ci stava a perdere. E al 12’ trovava il gol con un fortissimo tiro su punizione da fuori area calciato da Griglie, che coglieva di sorpresa Soltani, appena entrato in campo per sostituire Russo, colto da un malore. Ma a tenere a distanza di sicurezza i padroni di casa ci pensava ancora Li Manni, che al 15’ entrava in area, saltava due avversari e piazzava la palla in rete. La Jatina provava ad accorciare le distanze, esercitando una consistente pressione territoriale. Ma per ben due volte era il portiere giallorosso Soltani ad opporsi agli attaccanti avversari: al 37’ volava sul palo alla sua destra e deviava in angolo un colpo di testa che ormai sembrava destinato in rete; e un minuto dopo deviava sulla traversa con un gran colpo di reni un tiro da distanza ravvicinata. Proprio allo scadere del tempo regolamentare Totò Li Manni realizzava la sua tripletta personale, presentandosi solo davanti al portiere, saltandolo due volte e calciando poi la palla in rete da posizione impossibile: da quasi sulla linea di fondo.
Con i tre punti di oggi il Corleone sale a 32 punti in classifica, già due in più dello scorso campionato. E manca ancora una partita. Dopo la sosta di Pasqua, infatti, il 12 aprile, i giallorossi giocheranno l’ultima partita di campionato in casa contro un Villabate già salvo. E sarà sicuramente una festa di sport. Da segnalare un episodio tra lo sportivo e il sociale, comunque bello: ha giocato da titolare per l'intera partita Omar Jaiteh, un ragazzo senegalese di 22 anni, che abita nel centro di accoglienza di Campofiorito. Ha disputato una buona partita, dimostrando che si va integrando sempre di più nel gruppo. Bravo, Omar! (d.p.)  

----------------------------------------------------------------------------
IL PUNTO SUL GIRONE A DI PRIMA CATEGORIA
Nel girone A, per stabilire la vincente del torneo bisogna aspettare l'ultima giornata. A contendersi il salto diretto in Promozione sono Nuova Sancis (che in questo turno ha riposato) e Sparta Palermo: i primi sono in vantaggio di un punto. L'Ares Menfi, terzo, farà i playoff con la quarta (al momento il Giuliana). Mentre la quinta, adesso il Fulgatore, se resta a più di dieci punti dalla seconda non farà gli spareggi.
Dura solo 10' la partita tra Ares Menfi e Strasatti: dopo il doppio vantaggio dei locali con Campisi e Altamura, gli ospiti rimangono in sei causa infortunio (erano scesi in campo in 7) e l'arbitro dichiara la fine della gara. Probabile il 3-0 a tavolino. Verso analogo risultato per Sparta Palermo-Avvenire con gli ospiti che abbandonano il campo al 30' sul ris. di 1-1, poco prima che la squadra di mister Bellingardo battesse un calcio di rigore. Vani i tentativi dello Sparta Palermo e dello stesso arbitro di convincere l'Avvenire (ormai retrocesso) a tornare in campo.


Non ci saranno playout, visto che l'Avvenire ha più di dieci punti di distacco dalla decima in classifica. Retrocessione diretta quindi al pari dell'Equipe Comprensorio Palermo che si è ritirata.
(Fonte: Siciliaingol)

Nessun commento: