giovedì 12 febbraio 2015

Emergenza rifiuti. I sindacati incontrano i sindaci dell'ex Ato Beluce Ambiente


Fallimento Alto Belice Ambiente: La controproposta dei sindacati che in questi minuti stanno incontrando i sindaci soci dell’ATOQuesta mattina un lungo incontro intersindacale. I lavoratori pro- pongono un taglio di 1.650.000 euro
Monreale: 12 febbraio – Terzo giorno di occupazione del Palazzo di città. I dipendenti dell’ATO sono decisi a continuare la loro forma di protesta fin quando non otterranno il bonifico delle mensilità di dicembre e della tredicesima per l’anno 2014. Una loro rappresentanza si è recata a Palermo, in presidio dinanzi il Dipartimento ai Rifiuti della regione siciliana, dove si è tenuto per tuta la mattina un tavolo intersindacale per discutere sulla proposta avanzata ieri pomeriggio dai sindaci soci dell’ATO (VEDI ARTICOLO).

Presenti i rappresentanti di CISL, CGIL, UIL, UGL, FIADEL. Una trentina di dirigenti sindacali hanno discusso per trovare una controproposta da presentare ai sindaci. Perché i termini proposti dai comuni per giungere ad un accordo sono considerati troppo penalizzanti. La riforma avanzata dai primi cittadini comporterebbe un taglio del costo del personale di circa 2,4 Milioni di euro, che in diversi casi andrebbe a dimezzare, secondo i calcoli degli stessi dipendenti, la busta paga. Gli operai si ritroverebbero a fine mese meno di mille euro netti in tasca, poco più di mille euro per un amministrativo di settimo livello. Una retribuzione che gli ex dipendenti dell’ATO considerano inadeguata alle mansioni svolte.
Una buona fetta di dipendenti è costituita da ex impiegati comunali, in seguito transitati all’ATO, che in base alla riforma voluta dai comuni si troverebbero a ricevere uno stipendio inferiore a quello che percepivano dai rispettivi comuni.
Per tutta la mattinata si è tenuto un serrato confronto dal quale sono emerse posizioni discordanti. In base a come si tira la coperta si rischia di penalizzare una categoria piuttosto che un’altra.
Nell’ultima ora i sindacati sono comunque riusciti ad elaborare una controproposta da presentare nel pomeriggio al  tavolo con i sindaci. 
Dei sei punti presentati dal consesso dei sindaci i sindacati ne hanno accolti in pieno 3:
Il primo: Livello parametrale di inquadramento “B” per tutti i dipendenti 
Il secondo: Livelli di inquadramento riportati a quelli di assunzione iniziale al momento di prima assunzione nella società “Alto Belice Ambiente SPA” 
Il sesto: previsione dell’opzione di cambio di profilo da “Amministrativo” ad “operativo” da concordare con le parte sociali 
E’ stata proposta una modifica al terzo punto che riguarda la “Riduzione dei livelli da 8 a 7, da 7 a 6, e da 6 a 5 per tutte le funzioni amministrative ricoperte, e riduzione dei livelli dei dipendenti “Autisti” da 4/A, 4/B a 3/B, salvo le verifiche caso per caso in ragione delle esigenze dei singoli comuni “. I sindacati chiedono la riduzione dei livelli degli autisti ad A
Invece i sindacati proporranno la riduzione oraria lavorativa del 5% per gli operatori (era stata richiesta del 10%), e del 10% per gli amministrativi (era richiesta del 20%)
La proposta dei rappresentanti dei lavoratori, che sarebbe valida per il periodo legato al fitto del ramo d’azienda, però porterebbe ad un risparmio ben lontano da quello richiesto dai sindaci, e che si aggirerebbe intorno ai 1.650.000 euro.
In questi minuti i rappresentanti sindacali si sono seduti intorno ad un tavolo per discuterne con i sindaci intervenuti.
- See more at: http://www.filodirettomonreale.it/cronaca/fallimento-alto-belice-ambiente-in-questi-minuti-i-sindacati-stanno-presentando-la-controproposta-ai-sindaci-soci-dellato-2015/02/12.html#sthash.PAPLFJCg.dpuf

Nessun commento: