domenica 25 gennaio 2015

Giardino per ricordare Mario Francese, ucciso dai boss

Il giornalista Mario Francese
La mattina di lunedì una manifestazione a Palermo in viale Campania, dove il giornalista fu assassinato nel 1979 da Leoluca Bagarella
Un giardino botanico di circa tremila metri quadrati intitolato a Mario Francese, il giornalista siracusano del Giornale di Sicilia ucciso da Cosa nostra a Palermo per le sue coraggiose inchieste sugli interessi economici dei corleonesi. Così l'amministrazione comunale di Siracusa, su decisione del sindaco, Giancarlo Garozzo, ha deciso di ricordare il cronista. Il parco è stato realizzato accanto a Casina Cuti, nei pressi della zona archeologica, e sarà lunedì mattina, giorno del 36esimo anniversario dell'omicidio, alla presenza del figlio Giulio Francese, anche lui giornalista, e della sorella Maria.

L'evento è stato organizzato con la collaborazione dell'Associazione siciliana della stampa, che sarà rappresentata dal suo segretario regionale, Alberto Cicero, e dal segretario provinciale, Damiano Chiaramonte. L'Ordine dei giornalisti sarà presente con il revisore Aldo Mantineo.

Il giardino botanico "Mario Francese", approvato dalla Soprintendenza ai beni culturali e ambientali, riqualifica una vasta area attorno alla biglietteria del parco archeologico, un passaggio obbligato per i turisti italiani e stranieri. Sono state piantate, oltre al prato, piu' di 40 specie fra arbusti, piante erbacee perenni, stagionali, rampicanti, officinali e aromatiche.
Inoltre, è in fase di completamento una vasca per le piante acquatiche. Infine, in un sito Internet è stata realizzata una mappa interattiva con foto del posto e immagini delle piante presenti.

In mattinata, un'altra manifestazione in ricordo di Mario Francese si terrà a Palermo, in viale Campania, per iniziativa per dell'Unci, l'unione nazionale cronisti. L'appuntamento è per le 9,30. "Ricordiamo un grande cronista - dice Leone Zingales, presidente dell'Unici Siciia - per  primo svelò gli intrecci tra mafia corleonese e comitati d'affari palermitani in un periodo in cui non era sta ancora pienamente focalizzata la figura criminale del boss Salvatore Riina".

All'evento interverranno la vedova del cronista, Maria, e i figli Fabio e Massimo. Hanno assicurato la partecipazione il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il prefetto Francesca Cannizzo ed i vertici delle forze dell'ordine. Saranno presenti anche il presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, Riccardo Arena, i vertici dell'Assostampa ed il gruppo dirigente dell'Unione cronisti siciliana.

Nessun commento: