Barra video

Loading...

sabato 31 gennaio 2015

Lumia (Pd): "Sergio Mattarella e il cammino della Sicilia onesta"



Dietro le emozioni che ho provato con l’elezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica italiana c’è la storia di un cammino. Il cammino della Sicilia onesta, di una Sicilia che si è battuta contro la mafia e per la legalità, che per questo ha sofferto molto pagando col sangue un tributo altissimo. La mafia ed il sistema di potere con essa colluso hanno provato a spegnere continuamente la speranza del cambiamento. Pensate un po’ alla storia del fratello di Sergio Mattarella, Piersanti, a quella di Pio La Torre, alla storia di Peppino Impastato, alle storie di tutti quegli uomini caduti sotto i colpi di Cosa nostra perché si battevano per un Sicilia dei diritti e delle opportunità per tutti. Così facendo la Sicilia del male ha mortificato il futuro di intere generazioni. In quell’applauso liberatorio, scoppiato dentro l’Aula al momento del raggiungimento del quorum, si rendeva omaggio proprio a questo cammino. Istanti in cui ho provato una sensazione di grande gioia e commozione, per un risultato che consegna all’Italia una storia di cui andare fieri. Finalmente non un sicilianismo colluso e becero di cui vergognarsi, ma il sicilianismo di una Regione che proietta l’interno Paese in Europa e nel mondo a testa alta.

Le sfide politiche che ci attendono sono tremende, ma sono anche sfide che possono forgiare in positivo il sentimento ed il carattere di un intero popolo:
- trasformare la crisi in una grande opportunità di crescita, per dare lavoro ai giovani e rilanciare il nostro sistema produttivo;
- riformare le istituzioni e la politica, combattendo la corruzione e le mafie;
- dare credibilità e autorevolezza al ruolo che l’Italia deve ricoprire in Europa e nel Mediterraneo.
Sergio Mattarella è la persona giusta. Il Presidente che può accompagnare il percorso di cambiamento di cui ha bisogno il Paese ed il passaggio, finalmente, dalla Seconda alla Terza Repubblica. Insieme continueremo il nostro cammino.
Giuseppe Lumia

Nessun commento: