Barra video

Loading...

venerdì 9 gennaio 2015

Cinema: ciak su sindaco Corleone ucciso 100 anni fa. Film del regista Castiglione racconta la storia di Bernardino Verro

Da sx, in senso orario: il piccolo Antonino Mancuso e l'at-
tore Salvo Piparo (B. Verro) in scena; il vecchio palazzo
municipale; Lucilla Alcamisi (Rai3) e Dino Paternostro;
l'antica casa nel quartiere S. Nicolò, dove è nato Verro
nel 1866; Salvo Piparo e Dino Paternostro
(ANSA) - PALERMO, 8 GEN - Cento anni dopo il cinema racconta la storia di Bernardino Verro, uno dei capi del movimento contadino dei Fasci siciliani di fine Ottocento e primo sindaco socialista di Corleone ucciso nel 1915. Il regista Alberto Castiglione lo scorso 17 dicembre ha cominciato le riprese di un docu-film con Salvo Piparo nella parte di Verro, che si sono concluse ieri a Corleone. Le ultime scene sono state girate nella Casa del Popolo, costruita ai primi del ‘900 con le pietre portate una ad una a dorso di mulo dai contadini di Bernardino Verro. L’ultima giornata di lavoro è stata seguita dalla Rai Sicilia, che al film di Castiglione dedicherà un ampio servizio sulla testata “Mediterraneo”, che va in onda ogni domenica. La produzione si è avvalsa della consulenza storica del corleonese Dino Paternostro, sindacalista della Cgil e autore di saggi sul movimento contadino corleonese.
Per la sua partecipazione alle rivolte dei Fasci, duramente represse per ordine di Francesco Crispi, Verro venne più volte incarcerato e costretto all'esilio. Tornato nel 1914, fu eletto sindaco e un anno dopo ucciso mentre rientrava a casa. Alcune scene sono state girate alla cascata delle due rocche, davanti al palazzo municipale, e nella casa del popolo costruita "pietra su pietra" ai primi del Novecento dai contadini che appoggiavano Verro. Il docu-film è coprodotto da Koinè con il sostegno di Sicilia Film Commission e della Cgil. (ANSA).

Nessun commento: