Barra video

Loading...

domenica 28 dicembre 2014

Corleone, dal balletto degli assessori alla seduta per l'approvazione del bilancio di previsione... 2014

Corleone, i due palazzi municipali
A parte l'interessato e i suoi "amici" politici, forse non lo sa nessuno, ma dalla vigilia dello scorso Natale il comune di Corleone ha un nuovo assessore ai servizi sociali. Si chiama Giampiero Rigogliuso e prende il posto del dimissionario (dimissionato?) Giuseppino Scianni. Ufficialmente, si lascia intendere che Scianni di sia dimesso per l'incompatibilità con la carica di vice-segretario nazionale dell'Udicons che andrà a ricoprire nei prossimi giorni. Ma il dubbio è che sia stato costretto a lasciare dagli "amici" della sua stessa cordata politica (i consiglieri Roberto Scianni, Carlo Vintaloro, Vincenzo Verga e Gaetano Lupo), dopo le "gaffes" delle locandine private pubblicate sul sito del comune e dell'area wi-fi gratuita di piazza Falcone e Borsellino (a proposito, adesso chi risponderà all'interrogazione consiliare che ho presentato su questi episodi di malcostume?).
A cantare vittoria (si fa per dire) è Lupo, che piazza un suo uomo nella stanza dei bottoni. Per farlo però ha dovuto dare corso ad alcune operazioni "spericolate": dimissioni del fratello del Rigogliuso dal consiglio di amministrazione dell'istituto SS. Salvatore, si dice anche dalla coop che opera nello stesso istituto, etc.). Mai un'operazione lineare e semplice al comune di Corleone, ma tutte sul filo del rasoio... Come dire: il pericolo è il loro mestiere.
Lunedì mattina alle 10,30 intanto si riunirà il consiglio comunale per l'approvazione del bilancio consuntivo 2013 e del bilancio con... preventivo 2014. Un'operazione che si farà (forse) a due giorni dalla fine dell'anno, in violazione di tante norme di legge e di buonsenso.
E come se non bastasse, sull'amministrazione Savona pendono i certificati penali e dei carichi pendenti degli amministratori, che stanno riservando non poche sorprese (a quanto pare, molto sgradite) per gli stessi, che probabilmente dovranno andare a rimuovere la tabella posta all'ingresso della città definita (stupidamente) "capitale mondiale della legalità"... (dp)

Nessun commento: