domenica 19 ottobre 2014

Alla scoperta di Hyppana...

Il teatro di Hyppana
"...Appena si avvicinarono alla città, i consoli schierarono tutto il loro esercito in ordine di battaglia. Non uscendo i nemici loro incontro, partirono e raggiunsero Hippana, e la presero con la forza..."... Storie, Polibio II sec a.C.
Questo breve, unico e recentissimo documentario su "Hippana", (http://it.m.wikipedia.org/wiki/Hippana) città pre-ellenica della Sicilia esistita tra il VII sec. a.C. e il 258 a.C., e identificata presso "Montagna dei Cavalli" nel territorio di Prizzi (PA), è stato realizzato dal carissimo Gaspare Mannoia e, ufficialmente dedicato a mio nonno: Vincenzo Blanda, mio grande maestro di vita, che da grande "Visionario", come io l'ho conosciuto, fortemente legato ai più alti valori culturali, aveva colto nelle sue osservazioni, nelle sue foto di panorami innevati di tantissimi anni fa, il profilo, la forma di un Teatro Greco. Ma si ritennero, allora, fantasie. (http://it.m.wikipedia.org/wiki/Teatro_di_Hippana).
GUARDA IL VIDEO

Ne parlò con il suo amico prof. Vincenzo Tusa, archeologo e Soprindendente ai Beni Culturali, che non poteva non sostenere quella tesi e, finalmente, vennero promossi alcuni saggi ma, il Teatro rimaneva solo un'ipotesi.
Gli scavi eseguiti negli ultimi anni hanno, però, dato ragione al "Visionario": il teatro si trova nel medesimo posto da lui suggerito nelle sue osservazioni e nelle sue foto.
La sua forma ad emiciclo si apre verso nord ovest e doveva accogliere circa 3000 spettatori.
La presenza di un Teatro Greco è la dimostrazione che l'antica città di Hippana ...aveva una coscienza sociale sviluppata ...dal momento che il Teatro in età greca era fonte di conoscenza e di saggezza attraverso le rappresentazioni delle Tragedie.
Purtroppo, ancora oggi sui ruderi di quella che fu la prospera città di Hippana, passeggiano indisturbati animali al pascolo in quanto questo è ancora il Regno dei Cavalli...
Dedico questo video in particolare, a tutti i miei concittadini Prizzesi, vicini e lontani, e ...a quella sempre più ridotta minoranza della societa, ancora, fortemente legata ai valori socio culturali, che ancora credono, come me, che proprio in quei valori, potrà esservi una possibilita di crescita e una formazione dell'animo umano in grado di formare generazioni consapevoli e lungimiranti... 


Nessun commento: