Barra video

Loading...

mercoledì 15 ottobre 2014

Gli operatori di Accenture: "Non siamo disposti a scomparire”

Palermo 15 ottobre 2014 –  “Fondamentale aver portato oggi la nostra vertenza fuori dall’azienda, per farla conoscere ai cittadini. La gente deve  capire che non siamo dei numeri, che non siamo disposti a firmare qualsiasi pezzo di carta e che non intendiamo  scomparire sotto lo sguardo di istituzioni assenti - dichiara Rosalba Vella, della segreteria Slc Cgil di Palermo  -  Di fatto fino a oggi le  procedure di mobilità non sono state aperte. Temono la reazione dei lavoratori, che con grande coerenza e forza d’animo non hanno ceduto e continuano a resistere. Veniamo da 4 settimane di occupazione. E intendiamo continuare a portare all’esterno le nostre richieste, per farle conoscere alla città. L’azienda, dopo che la trattativa si è arenata, cosa ha fatto? Ha iniziato a smantellare dei server  dalla sede di Palermo per trasferirli in quella di Milano”. I sindacati hanno chiesto un incontro al Prefetto e venerdì  un sit-in si terrà dalle 9 alle 13 davanti alla Prefettura, in via Cavour. Oggi intanto si è svolta un’assemblea anche nella sede del call center 4U: i lavoratori hanno approvato l’accordo che evita 146 licenziamenti e dà il via alla cassa integrazione a rotazione per 130 dipendenti.

Nessun commento: