Barra video

Loading...

venerdì 26 settembre 2014

Centro Pio La Torre all’Ue: “Armonizzare norme antimafia”

Vito Lo Monaco
Armonizzare le norme di incriminazione a livello europeo; uniformare le norme e le misure di contrasto dei reati di riciclaggio, autoriciclaggio, falso in bilancio e corruzione; istituire una Commissione Parlamentare Speciale Antimafia e Anticorruzione sulla scorta di quanto attuato nella precedente legislatura; istituire una Procura Europea Antimafia, fornita di mezzi e uomini, sul modello italiano, per il coordinamento di tutte le attivita’ di contrasto.
Questi i punti principali del documento presentato a Palermo dal Centro Studi Pio La Torre con l’adesione del presidente della Regione, Rosario Crocetta, e dei deputati europei del collegio delle Isole e indirizzato, tra gli altri, al Presidente del Parlamento Europeo, al Presidente di turno del semestre europeo, al Presidente della Commissione Europea e ai Presidenti dei Gruppi parlamentari europei.
La sottoscrizione del testo sara’ aperta a tutti i cittadini tramite una petizione online. Il testo, spiegano i promotori, “intende mettere in luce come sia necessario sollecitare e verificare l’attuazione con regolamenti e direttive delle risoluzioni contro la criminalita’ organizzata, il riciclaggio e la corruzione, della proposta di regolamento per l’istituzione di una Procura europea e della direttiva sulla confisca dei beni proventi da reato approvate nella scorsa legislatura europea”.
“Il Centro La Torre – puntualizza il presidente Vito Lo Monaco – intende promuovere una campagna di sensibilizzazione dei gruppi parlamentari, dei governi e delle istituzioni nazionali e europei affinche’ l’Ue proceda all’armonizzazione delle legislazioni penali dei paesi membri per un contrasto efficiente sia della corruzione sia della criminalita’ organizzata e di quella specifica di tipo mafioso. D’altra parte – aggiunge Lo Monaco – dopo tutti i dati e le ricerche condivise, l’Ue non puo’ limitarsi all’approvazione di risoluzioni senza procedere a individuare norme giuridiche, strumenti, mezzi finanziari e risorse umane necessari per reprimere e prevenire, in modo specifico, le mafie e, in generale, le criminalita’ organizzate e la corruzione”.

Siciliainformazioni.com

Nessun commento: