sabato 26 luglio 2014

Sicilia. Firmato protocollo di intesa su digitalizzazione Questure. Crocetta:” apriremo archivi gare d’appalto a forze dell’ordine”

Nicola Zito e Rosario Crocetta
Palermo, 25 lug. Firmato oggi a  Palazzo d'Orleans il protocollo di intesa sulla digitalizzazione delle Questure, alla presenza del direttore centrale anticrimine della Polizia di Stato, Nicola Zito, del presidente della Regione Crocetta, dell'assessore alla Salute, Lucia Borsellino, del Segretario generale, Patrizia Monterosso. Il progetto vede la Sicilia, unica regione in Italia ad aver interamente finanziato il progetto, che permetterà la digitalizzazione degli archivi e il collegamento in rete sia tra le questure dell'Isola che con le altre regioni, per un importo di circa 130 mila euro. Un risultato importante per il Prefetto Zito, il quale ha affermato che “questo lavoro – già cominciato – ha già portato i suoi frutti a partire dai recenti fatti di cronaca o ancora nelle indagini relative alla situazione del precariato.
Un progetto – ha aggiunto Zito – che ci vedrà accanto alla Sicilia per rafforzare una struttura di forte contrasto ai reati sopratutto di tipo economico con un nuovo concetto che vede la forte collaborazione tra le diverse istituzioni per un obiettivo comune”. Per il presidente Crocetta “il progetto ha una grande importanza, specialmente in una fase in cui “i coperchi sono saltati” anche in molti settori della macchina regionale. Proprio per questo – ha aggiunto Crocetta – subito dopo la Finanziaria, studieremo la possibilità di aprire i nostri archivi informatici on line per garantire l’immediata consultazione da parte delle forze dell'ordine, in modo che ci possa essere un controllo capillare, su gare d'appalto, affidamenti diretti, bandi di gara, concessioni, autorizzazioni e quant'altro, tutto ciò per garantire la massima trasparenza. In questo modo – continua il presidente – renderemo più snello il lavoro per le forze dell'ordine”. Per il Prefetto Zito “questo progetto, fortemente voluto anche dal capo della Polizia, Pansa, renderà la lotta contro i reati economici e della pubblica amministrazione, ancora più incisiva. Con la firma di oggi – conclude Crocetta – si guarda al futuro con la massima attenzione nell'ottica di una collaborazione sempre più intensa.

Nessun commento: