mercoledì 11 giugno 2014

Trattativa Stato-Mafia. Bernardo Provenzano sta molto male e non può partecipare al processo sulla trattativa Stato Mafia


Bernardo Provenzano

L’ultima perizia psichica e medica fatta sul boss mafioso Bernardo Provenzano non lascia dubbi: il «padrino» corleonese non è in grado di partecipare coscientemente al processo sulla trattativa Stato-mafia. Lo ha ribadito il gup Piergiorgio Morosini, titolare del procedimento che riguarda il boss la cui posizione è stata stralciata dal processo che è in corso davanti alla corte d’assise. Il procedimento su Provenzano è stato rinviato al 26 ottobre per una nuova valutazione delle condizioni dell’imputato. Secondo la perizia firmata dal primario Rosario Galati dell’ospedale San Paolo di Milano, lo stato cognitivo del paziente «è gravemente e irrimediabilmente compromesso, portatore di pluripatologie cronicizzate. Si ritiene il paziente incompatibile con il regime carcerario. L’assistenza sanitaria di cui necessita sarebbe erogabile solo in ambiente sanitario di lungodegenza».

Nessun commento: