giovedì 5 giugno 2014

Il bello è che non si vergogna!

Ma lo sa il signor Miccichè quante famiglie in Italia vivono con un quarto di quello che guadagna lui ed hanno tre o più figli eppure fanno i salti mortali per farli studiare? E non si lamentano...
Purtroppo, tanti, troppi politici (di tutti i colori) ormai danno l'impressione di vivere fuori dal mondo, fuori dalla realtà. Per troppo tempo sono vissuti di privilegi e quando il castello da segni di cedimento, allora vanno in panico. Bisogna accelerare il crollo del castello di questa cattiva politica e provare a costruire una società più semplice, più austera, più essenziale, dove i politici conoscano i bisogni del popolo perchè anch'essi sono rimasti popolo... Sono convinto che se nei comuni venissero abolite le indennità per sindaci, assessori e consiglieri comunali quasi nessuno vorrebbe più fare il sindaco, l'assessore o il consigliere comunale. Purtroppo, tanti diritti conquistati nei decenni passati ormai - nella pratica quotidiana - stanno diventando dei privilegi (piccoli e grandi), col rischio che saranno spazzati via, comprimendo gli spazi di democrazia. Bisognerebbe arrivare presto ad una riforma che spazzi via i privilegi e mantenga in vita l'essenzialità dei diritti (dp). 

Nessun commento: