lunedì 26 maggio 2014

Roccamena, è Tommaso Ciaccio il nuovo sindaco


Tommaso Ciaccio, neosindaco di Roccamena
ROCCAMENA - È Tommaso Ciaccio, 37 anni, il nuovo sindaco di Roccamena, piccolo centro in provincia di Palermo, alle porte di Corleone. È stato eletto con 443 voti, staccando notevolmente i suoi avversari: Davide Palmeri (che ha ottenuto 303 voti) e Angelo Moscarelli (che di voti ne ha avuti 109). Ciaccio ha alle spalle una famiglia con tradizioni di sinistra (il padre, Totò, é stato sindaco comunista di Roccamena negli anni '80), ma è stato eletto in una lista civica. "Personalmente sono di sinistra - dice - ma da domani sarò il sindaco di tutti". Anche Palmeri ha una tradizione di sinistra in famiglia, ma pure la sua era una lista civica. L'unico candidato espressione di un determinato schieramento politico era Moscarelli, candidato del M5S, che ha pagato, evidentemente, il crollo generalizzato dei grillini. Il sindaco eletto potrà contare su una solida maggioranza in consiglio comunale: otto consiglieri su dodici. Il comune di Roccamena è andato al voto dopo appena un anno, per la morte prematura di Pippo Bonanno, che era stato eletto sindaco nel maggio del 2013. Ciaccio e Palmeri erano rispettivamente vice-sindaco e presidente del consiglio comunale nella passata consiliatura. Avevano provato a dialogare per presentarsi insieme alle amministrative, ma sono prevalse divisioni insanabili, che sembrava potessero favorire il candidato grillino. Ma così non è stato e Roccamena potrà continuare il percorso iniziato dodici mesi fa.
Dino Paternostro

Nessun commento: