Barra video

Loading...

lunedì 5 maggio 2014

CULTURA. IL NOVE MAGGIO LA PRIMA DEL CENTENARIO AL TEATRO GRECO DI SIRACUSA

Il teatro greco di Siracusa
Giacchetti: motivo d’orgoglio per la città che torna capitale culturale della Magna Grecia. 
Venerdì 9 maggio, nella suggestiva cornice del Teatro Greco di Siracusa, l’Inda (Istituto Nazionale Dramma Antico) inaugura il Festival del Centenario mettendo in scena l’Agamennone di Eschilo con la regia di Luca De Fusco e musiche di Antonio Di Pofi. Sabato 10 andrà in scena Coefore/Eumenidi di Eschilo a cura del regista Daniele di Salvo e musica di Marco Podda. La traduzione della trilogia è a cura di Monica Centanni. Domenica 11 la commedia di Aristofane ‘Le Vespe’con la regia di Mauro Avogrado e musica della Banda Osiris, con la traduzione di Alessanndro Grilli.

Ricchissimo il cast, con Francesco Scianna (Oreste), Elisabetta Pozzi (Clitemnestra), Paola Gassman ( Profetessa), Ugo Pagliai (Apollo), Massimo Venturiello(Agamennone), Andrea Renzi (Egisto), Mariano Rigillo (Araldo In Coeefore/Eumenidi),Giovanna Di Rauso (Cassandra), Mauro Avogadro (Sentinella), Antonello Fassari (Vivacleone) e la partecipazione straordinaria di Piera Degli Esposti (nel ruolo di Atena). Sono solo alcuni dei grandi protagonisti dell’attesa Stagione 2014 che la Fondazione INDA, in scena dal 9 maggio al 22 giugno al Teatro Greco, che quest’anno coincide con i festeggiamenti del Centenario 1914-2014.
Le straordinarie scenografie sono del maestro Arnaldo Pomodoro e sono state pensate e costruite interamente per il ciclo di spettacoli al Teatro Greco di Siracusa, con la partecipazione della Facoltà di Architettura di Siracusa e delle accademie delle Belle Arti di Catania e di Noto. Per l’allestimento degli spettacoli sono state impiegate circa trecento unità lavorative e tra queste almeno un centinaio di maestranze, tra costruttori, sarti, fonici ed addetti alle luci.
“Sarà una stagione straordinaria, il fondatore dell’Inda, il Conte Gargallo, sarebbe felice di vedere questo suo sogno diventare una grande realtà culturale internazionale. Con le rappresentazioni del centenario, Siracusa torna ad essere la capitale culturale della Magna Grecia, producendo, tra l’altro, un innesco di flussi economici rilevantissimi che in questo momento di crisi aprono prospettive di fiducia per la ripresa economica e l’incremento del turismo in tutta la Sicilia”.Così il commissario straordinario dell’Inda (Istituto Nazionale del Dramma Antico) commenta l’apertura del Festival del Centenario del Teatro Greco di Siracusa.


Nessun commento: