venerdì 28 marzo 2014

Domani a Ficuzza la "Proposta di una nuova politica rurale legata al turismo relazionale integrato delle aree interne”

La palazzina reale di Ficuzza, sede dell'incontro
L'ADIMED; Agenzia per la Promozione e la Valorizzazione Della Dieta Mediterranea organizza sabato 29 marzo dalle 9.30  presso la Sala Convegni del Palazzo Reale di Ficuzza, un workshop dal titolo “La Proposta di una nuova politica rurale  legata al turismo relazionale  integrato  delle aree interne”,  finalizzato a determinare la prima applicazione del progetto “MOTRIS” - Turismo Relazionale Integrato, ossia Piano di sviluppo per le zone interne della Sicilia elaborato dalla Equipe coordinata dal Prof. Leonardo Urbani, giusto mandato conferito ex legge n. 10 del 2005 Art. 16. Sarà illustrata la prima elaborazione realizzativa applicata al territorio individuato e denominato come “Città dei 7 laghi”, che costituisce un modello  prototipale che intende proporsi successivamente per tutto il territorio interno della Sicilia.

Il modello individua nella imprescindibile centralità del “Territorio” l'elemento su cui fondare le linee del possibile riscatto dalla marginalità delle zone interne.
L'ADIMED; l'Agenzia per la Promozione e la Valorizzazione Della Dieta Mediterranea, che intende proporre il connubio  Sicilia - Dieta Mediterranea, come nuovo modello di sviluppo   e stile di vita, legandolo al turismo.  L’ agenzia è nata dunque come facilitatore per le imprese del settore agroalimentare, culturale e turistico, per creare un modello economico sano, strutturato e sostenibile. L' Agenzia il cui organigramma è composto da docenti universitari, medici, esperti di comunicazione e marketing, esperti di settori commerciali, articolati in  un comitato tecnico scientifico di alto profilo, sia sotto l’aspetto professionale che culturale, nasce per la tutela, la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea come stile di vita, strumento di prevenzione e cura, nonché, modello comportamentale per il raggiungimento del benessere della persona.
Il Turismo Relazionale lntegrato  è fondato sulla ospitalità curata e ricca di "privacy" ma insieme capace del calore tipico dell'ospitalità familiare e gratificata da una capillare struttura di relazioni interpersonali,  che alimenta conoscenze e amicizia.
È evidente la  consonanza e le correlazioni con la “Dieta Mediterranea", che  completa il clima generale di accoglienza ma che insieme sostiene le "aperture", e ne procura di altre alla diffusione nazionale e internazionale dei suoi prodotti, a partire dal Pane alla Pasta,  al Vino,  all'Olio e per finire agli Agrumi .
Si dibatteranno i temi legati alla valorizzazione della “Dieta Mediterranea”, proclamata dall'UNESCO, patrimonio dell'Umanità, per diffondere la cultura della sana alimentazione e di uno stile di vita di cui la “Dieta” per secoli è stata espressione e  saranno esaminate le possibilità concrete connesse alla definizione di un pacchetto turistico che proponga la Sicilia ai turisti che visiteranno l'EXPO 2015, per determinare nuovi flussi di turismo rurale.
Modererà l'On. Salvatore Placenti – Presidente dell'ADIMED.
Relazioneranno il Prof. Leonardo Urbani; Professore Emerito dell'Università di Palermo  che esporrà il “Progetto “La Città dei 7 Laghi”, il Prof. Pietro Columba - Professore Ordinario Facoltà di Agraria -UNIPA  che tratterà il tema “Il grano duro nell’economia rurale siciliana” e il Dott. Giuseppe Di Sclafani – Componente dell'Area Gastroenterologica nazionale della SIMG ( Società Italiana Medicina Generale)  che si occuperà degli effetti salutistici della Dieta Mediterranea.

Interverranno docenti universitari, professionisti, operatori ed esperti  specializzati nelle politiche di sviluppo locale integrato. Parteciperanno gli stakeholders  pubblici e privati operanti nel territorio, in particolar modo gli Enti Locali territoriali, i responsabili dei Gruppi di Azione Locali   (Terre Normanne, Sicani, Metropoli Est ed Elimos), gli imprenditori agricoli,  gli operatori della ristorazione, della ricettività  e del turismo rurale in genere.

Nessun commento: