domenica 15 dicembre 2013

Corleone. È iniziata la raccolta firme contro la chiusura del Punto nascita dell’Ospedale. Si preparano le assemblee del 22 dicembre e la grande manifestazione dell’11 gennaio

La raccolta firme
Centinaia le firme già raccolte stamattina in piazza Falcone e Borsellino. Il Pd Palermo, irrazionale chiudere punto nascita e pediatria di Corleone. L’arcivescovo di Monreale: il depotenziamento dell'ospedale comporterebbe un rischio per la vita dei cittadini
È cominciata stamattina a Corleone e negli altri comuni della zona la raccolta firme per scongiurare la chiusura del Punto nascita e della Pediatria dell’Ospedale. Al banchetto sistemato in piazza Falcone e Borsellino si sono avvinate tante persone, tutte disponibilissime a firmare. Intanto si stanno preparando le assemblee cittadine di domenica 22 dicembre per mobilitare i cittadini e preparare la grande manifestazione territoriale del prossimo sabato 11 gennaio.

"E' irrazionale chiudere, così come è previsto dal piano delle reti ospedaliere dell'assessorato regionale alla Salute, il punto nascita e della pediatria di Corleone", hanno detto in una nota
La riunione del Pd a Corleone
Carmelo Miceli, segretario provinciale del Pd e Fabrizio Ferrandelli, deputato regionale all'Ars, che la mattina del 13 dicembre hanno partecipato all'incontro organizzato dal Partito Democratico a Corleone. "Nei prossimi giorni - dicono i due esponenti del Pd - presenteremo un dossier dettagliato alla Commissione Sanità dell'Ars e all'attenzione del presidente della Regione, Rosario Crocetta e dell'assessore alla Salute, Lucia Borsellino per dimostrare che la chiusura del punto nascita e della pediatria di Corleone non risponde né ai criteri di sicurezza né a quelli dettati dai tagli della spesa. Anzi, un potenziamento dell'intera struttura ospedaliera potrebbe davvero tutelare il sacrosanto diritto alla salute dei cittadini di una vasta area del palermitano lontana dai grandi ospedali e con collegamenti infrastrutturali da medioevo".

Monsignor Michele Penisi
Nella stessa mattinata del 13 dicembre, L'Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi, ha visitato il Presidio Ospedaliero di Corleone, insieme al sindaco Lea Savona e al direttore sanitario Giovanni Rà. L’arcivescovo ha portato il suo saluto ai pazienti ricoverati nei vari reparti ed ha voluto esprimere la sua solidarietà, apponendo la sua firma nella petizione popolare contro la chiusura del Punto nascita e della Pediatria. Monsignor Pennisi sa affermato che la zona del corleonese si trova in un territorio isolato e che il
depotenziamento dell'ospedale comporterebbe un rischio per la vita dei cittadini, a causa del dissesto delle rete viaria sia statale che provinciale. Il Sindaco Lea Savona ha ringraziato l'Arcivescovo Michele Pennisi per la sua presenza a Corleone e per il suo contributo a sostegno della salvaguardia del diritto alla salute di tutti i cittadini.


1 commento:

antonina crapisi ha detto...

Ho la vaga sensazione che tutto è stato deciso.Sotto l'albero troveremo questo "regalo"l'undici gennaio è troppo lontano per mobilitarci....Io personalmente ho già firmato ....comunque.....speriamo bene