Barra video

Loading...

venerdì 30 novembre 2012

PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA. Lettera di Pier Luigi Bersani sulla scuola


Negli ultimi anni la scuola e gli insegnanti sono stati umiliati e colpiti con continui tagli e con riforme che hanno creato disagi e disuguaglianze enormi. L'Italia ha un gran bisogno di scuola e investimento nei saperi. Non possiamo accettare che ogni sei mesi arrivi uno schiaffo alla scuola, ne' in termini materiali ne' in termini immateriali. La scuola paga errori fatti negli ultimi anni, ma ora è il momento mettere un punto e dire con chiarezza che non c'è democrazia senza istruzione.

PRIMARIE CENTROSINISTRA. Ignazio Marino: "Domenica sarà un’altra bella giornata di democrazia. Torniamo tutti a votare, scegliamo Pierluigi Bersani"

Care amiche e cari amici,
il clima d’opinione che si registra in questi giorni e i sondaggi presenti sui principali mezzi di informazione ribadiscono quello che era apparso subito ovvio dopo il primo turno delle primarie il 25 novembre. Il PD è riuscito a trovare al suo interno la forza e gli strumenti adatti per dare una seria risposta alla crisi della politica, smentendo in un solo colpo i più scettici e gli urlatori dell’antipolitica.

mercoledì 28 novembre 2012

L'addio di Guccini: ''Basta dischi e niente più concerti''



Francesco Guccini
L'Ultima Thule sarà l'ultimo disco di Francesco Guccini. Il cantautore modenese ha annunciato che non realizzerà altri album e che non salirà più su un palco per esibirsi in concerto. "Ci si deve ritirare quando si è arrivati al massimo delle proprie possibilità. Continuerò a dire quello che penso ma in prosa, scrivendo libri". Guccini ha confermato che voterà Bersani al ballottaggio. "Mi piace la sua emilianità contadina. Renzi? Vuole sempre rottamare, sembra giovane solo lui". GUARDA L'INTERVISTA
di Francesco Gilioli

Enrico Berlinguer, segretario del Pci, e la "questione morale"



Enrico Berlinguer
Ecco la puntata di ieri di Blob, a proposito di Questione Morale e di Enrico Berlinguer. Guardatelo, c’è anche qualche inedito per il grande schermo recente, come questo estratto, che merita di essere condiviso:
E anche quando non ci fosse stata o non ci fosse una responsabilità del tutto accertata penso che avesse del tutto ragione il presidente della Repubblica quando, dopo aver detto “qui siamo chiaramente in presenza di un’associazione a delinquere”, un politico che ne fa parte o è sospettato di farne parte non può pensare di essere assolto per insufficienza di prove. Certo, può essere assolto, cioè non condannato da un tribunale, ma deve avere almeno il buon gusto, lo stile di ritirarsi dalla politica e di scegliere un altro mestiere.
Ecco, guardate il filmato e poi fate le vostre valutazioni sulla politica italiana odierna.

Corleone, sul bilancio la maggioranza fa la maggioranza e l'opposizione l'opposizione...

Il mio intervento in aula
DINO PATERNOSTRO
Stasera in consiglio comunale la maggioranza ha fatto la maggioranza (e si è approvato il bilancio) e l'opposizione ha fatto l'opposizione (e il bilancio non l'ha approvato). Non è un gioco di parole, ma quello che è successo a Corleone, nella seduta del consiglio comunale chiamato a discutere ed approvare il bilancio di previsione (?) 2012. Parlare di bilancio di previsione al 28 novembre fa ridere - ho sottolineato nel mio intervento - perchè ormai si tratta di un bilancio consuntivo. Un bilancio inemendabile, perchè ormai sono stati impegnati e spesi tutti i fondi. Spesi e, specie nella prima metà dell'anno, sprecati a piene mani con contributi clientelari a dritta e a manca (all'ex sindaco Iannazzo fischiano le orecchie?).

martedì 27 novembre 2012

Le risposte di Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi a Fabio Fazio nella trasmissione "Che tempo che fa"

Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi
Di seguito, le risposte di Pier Luigi Bersani a Fabio Fazio
BERSANI: SOCIALISMO E' TRA PAROLE PIU' BELLE 
A Stella, dove c'è la casa di Pertini, Bersani ha parlato di socialismo. «Mi emoziono sempre un pò quando parlo di radici - ha risposto a Fazio quando gli ha chiesto perché ha usato la parola "socialismo" - Socialista è la più antica parola della politica italiana, assieme a popolarismo cattolico. Solidarietà, destino comune, il fatto che non ci si salvi da soli: è un'idea non egoistica, modernissima e utilissima in una società dove c'è troppa disuguaglianza». 

Corleone, Chiusa Sclafani, Campofiorito: i carabinieri denunciano 12 persone

I Carabinieri della Compagnia di Corleone sono stati impegnati per il decorso week-end in un servizio coordinato di controllo del territorio che ha interessato tutta la giurisdizione. I servizi svolti anche in concorso con i Reparti Speciali dell’Arma, hanno interessato particolarmente i comuni di Corleone, Chiusa Sclafani e Campofiorito e hanno visto impegnati circa 30 uomini. 

Gli studenti di Corleone: "Stremati dai tagli, indignati dalla situazione politica e "arrabbiati" per non essere mai ascoltati"

Studenti del "Don Colletto"
Mi chiamo Davide Marino, ho 17 anni e vi scrivo da Corleone per conto dei ragazzi dell'Istituto d'Istruzione Secondaria Don Giovanni Colletto. Più volte ho provato a contattarvi senza riuscirci quindi mi sto servendo di questa e-mail per esporre alla vostra attenzione un importante fatto che sta accadendo a Corleone e dintorni. I ragazzi del sopra citato istituto e i ragazzi provenienti dalle scuole dei circostanti paesi da una settimana ormai sono scesi in campo per farsi sentire ed ascoltare, che come ormai tutti sappiamo non sono due sinonimi... Stremati dai tagli, indignati dalla situazione politica e "arrabbiati" per non essere mai ascoltati da nessuno abbiamo deciso di rivolgerci a voi e alla vostra redazione certi di un concreto aiuto.

Contro l’indifferenza l’indignazione. Salviamo i “Murales” di Via Bentivegna

Un murale cadente in via Bentivegna
di Salvatore Saporito
Troviamo forze insperate quando ci battiamo per ciò che ci tocca direttamente, siano essi interessi personali o difficoltà umane. Ne troviamo molto meno di forze quando ciò che ci preme ci riguarda indirettamente o marginalmente.  E purtroppo ad una prima reazione subentra poi la rassegnazione ed infine l’indifferenza. E’ la fine. A cosa mi riferisco? Mi riferisco all’atteggiamento che abbiamo nei confronti delle opere d’arte, dei monumenti, di tutto ciò che può essere meglio definito bene culturale.

lunedì 26 novembre 2012

Ritorna l’inchiesta di “Accade in Sicilia”: il caso Spampinato

Le investigazioni e la ricerca storica del giornale on-line di Carlo Ruta ritornano  e diventano una collezione di eBook, con aggiornamenti e documenti inediti, in copia digitale. Il primo, già uscito, è dedicato al caso Spampinato
La decisione è presa. Le inchieste di “Accade in Sicilia”, rimaste oscurate per anni, diventano una collezione di eBook monografici. E si annunciano alcune novità d’eccezione. Questi libri digitali oltre a riproporre infatti le investigazioni e le ricerche storiche più significative del giornale on-line di Carlo Ruta, forniranno ai lettori una serie di aggiornamenti e un’ampia selezione di documenti originali, che fino ad oggi non sono stati mai pubblicati. Questi documenti saranno proposti in buona parte in copia digitale.

PRIMARIE, BERSANI VINCE IN SICILIA CON IL 51,9 % DEI VOTI



Palermo, gli elettori in fila per votare
In Sicilia  primarie vinte dal segretario del Pd Pierluigi Bersani risultato primo degli eletti con il 51,9 per cento dei voti. Poi Matteo Renzi al 30 per cento, Nichi Vendola al 15,6 per cento, BrunoTabacci 1,3 per cento e Laura Puppato 1,2 per cento.  Per il segretario Pd hanno votato in 75.014,  Renzi raccoglie 43.362 preferenze,  Vendola arriva a 22.497 voti, Tabacci si ferma a 1.922  e Puppato a 1,769. Questi, i dati  del voto nell’Isola, forniti dalla commissione elettorale Primarie Italia Bene Comune. Scrutinate 482 sezioni su 482.

Corleone, alle primarie del centrosinistra hanno votato anche il sindaco Lea Savona e il consigliere Pio Siragusa...


Simonpietro Cortimiglia ha scritto su facebook: “Il sindaco di Corleone che va a votare le primarie del centro-sinistra. Che sia un grazie ai consiglieri d'opposizione che l'hanno tenuta in piedi... o un semplice amarcord di dieci anni fa?”Gli ho risposto: “Prima di ammetterla al voto, ho detto al sindaco Lea Savona che potevano votare solo gli elettori che condividevano e sottoscrivevano la "carta dei valori" del centrosinistra. Lei ha risposto che la condivideva e l'ha sottoscritta. Quindi è stata ammessa al voto. La stessa cosa è accaduta col consigliere Pio Siragusa. Stranezze? Anomalie? Certo, non si tratta di ordinaria amministrazione. Qualche parola più chiara in merito potrebbero dirla gli interessati. Da parte mia, se avessi visto un "assalto" al seggio di centinaia di noti elettori del centrodestra mi sarei preoccupato e avrei cercato di impedirlo. I due voti di Savona e Siragusa non hanno inquinato nulla. Semmai sono la dimostrazione che il centrosinistra torna ad essere "attrattivo". Non è un fatto positivo?” 
Dino Paternostro

Livorno, incontro dei volontari dei campi di lavoro


Martedì a Villafrati, "Memoriale di un vecchio portabandiera"


domenica 25 novembre 2012

Grande partecipazione popolare alle primarie del centrosinistra anche a Corleone

Grande partecipazione popolare anche a Corleone alle primarie del centrosinistra. Sono stati 294 gli elettori che hanno votato nella giornata del 25 novembre nel seggio elettorale allestito in villa comunale. Circa un centinaio in più rispetto a quelli che  tradizionalmente hanno partecipato nelle precedenti elezioni primarie.
Ha vinto Matteo Renzi, che a Corleone ha ottenuto 169 voti; Pier Luigi Bersani ha ottenuto, invece, 98 voti, Nichi Vendola 26 voti, 1 voto Laura Puppato e nessun voto Bruno Tabacci. Si voterà nuovamente domenica prossima per il ballottaggio tra Bersani e Renzi. Una bella sfida... 

Foto di non vedenti palermitani da lunedì esposte a Parigi


Nell’ambito del progetto “Montre moi qui tu es” che ha coinvolto
14 allievi dell’istituto dei ciechi “Florio e Salamone
Palermo, 24 novembre 2012. Sarà inaugurata lunedì 26 novembre alle 18 alla Maison dell’Unesco a Parigi la mostra “Montre mois qui tu es” proposta dal settore educazione dell’Unesco e organizzata dall'associazione Dialogo dell’Immagine con il sostegno del Istituto dei ciechi “Florio e Salamone” di Parigi e la Federazione dei Ciechi di Francia. La mostra esporrà fino al 7 dicembre le foto scattate da non vedenti e ipovedenti palermitani e parigini con il metodo stenopeico.

Regione Sicilia. Vita, morte e miracoli dei dodici assessori


La “giunta dei famosi”, o se preferite “la giunta a 7 stelle”, è  al completo: prima Lucia Borsellino alla Sanità, poi Franco Battiato al Turismo, ora è il turno di Antonino Zichichi, il fisico più famoso d’Italia, che adesso nel suo curriculum, lungo quanto l’intera Divina Commedia, potrà scrivere anche ‘assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana’.
ANTONINO ZICHICHI. Certo, lo scienziato ha ben 83 anni, ma sembra che il neopresidente della Regione non ne faccia poi tanto una questione di età: in alcuni casi, e questo è uno di quelli, conta di più se sei un genio di fama internazionale. Zichichi è  siciliano di origini trapanesi, fisico, scrittore, cattolico, attualmente professore emerito al dipartimento di fisica superiore dell’Università  di Bologna. Ma non è  certamente per questo che il suo nome è conosciuto dalla comunità  scientifica di tutto il mondo.

Contro la violenza sulle donne!

Tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno.

Facciamo qualcosa contro l'omofobia!


Fondazione "Angelo Badami" Corleone. Consegnate 10 borse di studio a studenti meritevoli

Lea Savona, Angelina Noemi Badami, Giuseppina Sorce
Nella mattinata di sabato 24 novembre, nell'aula magna della Scuola Media Statale "G. Vasi" di Corleone sono state consegnate ad alunni meritevoli le borse di studio "Angelo Badami" per l'anno scolastico 2011/12. Questo l'elenco dei premiati: 1) Aurora Pomilla; 2) Agnese Mirabile; 3) Antonina Alessia Mondello; 4) Daniela Vecchio; 5) Antonella Mondello; 6) Annabell Stabile; 7) Irene Paternostro; 8) Lucia Vintaloro; 9) Giuseppe Midulla; 10) Matteo Campagna
GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO
CHI ERA ANGELO BADAMI?

sabato 24 novembre 2012

NEL CUORE DI ROMA L’ULTIMO LIBRO DI GIOVANNI PERRINO "DORSO D'ASINO"

Da sx: G. Governali, G. Perrino, D. Paternostro
Nel pomeriggio di martedì 20 novembre l’Associazione culturale in Trastevere Aleph di Roma – luogo privilegiato di incontro per poeti, attori e scrittori nel cuore pulsante del famoso quartiere – ha calorosamente accolto Giovanni Perrino per la presentazione della sua raccolta di poesie “Dorso d’asino. Possibili rallentamenti” (casa editrice Interlinea, 2012). In occasione di questo evento, Luigi Celi e Giulia Perroni, fondatori dell’Associazione Aleph, hanno invitato un folto pubblico, composto da intellettuali e scrittori, che ha apprezzato non solo le liriche ma anche gli appassionati interventi di Giuseppe Governali e di Dino Paternostro, che hanno calamitato i presenti sul retroterra storico e culturale della poesia di Giovanni Perrino.
GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Ecclesia Sancti Martini. Storia e arte della Chiesa Madre di Corleone

Un momento della presentazione del libro nella Chiesa Madre
Relazione della prof.ssa ROSALIA FRANCESCA MARGIOTTA, Docente a contratto dell'Università degli Studi di Palermo svolta il 17 novembre durante la presentazione del libro di Francesco Marsalisi e Calogero Ridulfo
Sin dalle primissime pagine il volume di Francesco Marsalisi e di Calogero Ridulfo, pone la chiesa di San Martino come spazio aperto all’attività e all’incontro di tanti artisti siciliani e non. I documenti reperiti sul cantiere della chiesa nel XV secolo, periodo dell’ampliamento di cui parla Costantino Bruno, oltre a dare notizia dei mastri marammieri ci informano già su tante altre figure di artisti che a vario titolo concorrono all’abbellimento dell’“Ecclesia Sancti Martini”.


Corleone, Verso un'antimafia globale


Oggi, a Corleone, si è svolto il terzo incontro del ciclo itinerante di conferenze "Nei luoghi della legalità ritrovata: percorsi virtuosi e criticità della lotta alla mafia sul territorio", un progetto di Germana Altese e Giuseppe Crapisi, in collaborazione con “Il Paese delle idee” soc. coop., l'associazione “New Corleone” e le amministrazioni comunali interessate. A Corleone si è dibattuto sul tema "Verso un'antimafia globale", con gli interventi del dott. Gabriele Paci della Dda di Caltanissetta e dello storico prof. Giuseppe Carlo Marino, coordinati da Giuseppe Crapisi e da Germana Altese. Hanno portato le loro testimonianze Maria Elena Latino (Libera Bisacquino), Cosimo Lo Sciuto (Corleone Dialogos) e Dino Paternostro (Cgil Corleone).
GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Regione Sicilia. Il presidente Crocetta completa la giunta di governo

Nelli Scilabra
I 12 assessori sono: Franco Battiato (Turismo e Spettacolo), Linda Vancheri (Attività produttive), Nicolò Marino (Energia), Lucia Borsellino (Sanità), Antonio Zichichi (Beni culturali), Mariella Lo Bello (Territorio e Ambiente), Francesca Basilico D'Amelio, (Bilancio), Nelli Scilabra (Formazione), Dario Cartabellotta (Agricoltura), Esterina Bonafede (Famiglia e Lavoro), Patrizia Valenti (Autonomie Locali e Funzione Pubblica) e Antonino Bartolotta (Infrastrutture)

Palermo, la Cgil e la Flc hanno aderito al corteo degli studenti. Una festa della democrazia

La manifestazione degli studenti a Palermo
Palermo 24 novembre 2012 – “Una bella giornata di popolo, una festa riuscita della democrazia con studenti e docenti insieme, uniti nella lotta per una società diversa. La scuola si riprende il suo ruolo in un Paese che vorrebbero zittirla –  dichiara il segretario della Cgil di Palermo Maurizio Calà, che ha partecipato oggi al corteo della Rete degli studenti medi, assieme alla Flc-Cgil, all’Udu e al cps,  coordinamento precari scuola -  Palermo si è risvegliata e ha fatto sentire le  ragioni della  sua  protesta contro le  politiche del governo nazionale con grande civiltà, creando un legame intergenerazionale tra studenti e docenti. Un legame  che ha  ridato alla scuola quel ruolo che il governo gli vuole togliere e cioè  di apripista rispetto non tanto alle contestazioni  ma alla richiesta di cambiare un modello sociale che non va più bene, forte con i deboli e debole con i forti”.

La Flc-Cgil di Palermo chiede a Crocetta e alla Borsellino la rimozione dei vertici del Policlinico


Palermo 24 novembre 2012 – “Una strana maledizione sembra aleggiare in questi ultimi tempi tra i viali del Policlinico Universitario di Palermo ‘Paolo Giaccone’”. Comincia così la lettera di accuse nei confronti del vertice del Policlinico scritta al presidente della Regione Rosario Crocetta, all’assessore alla Salute Lucia Borsellino, al rettore Roberto Lagalla, e ai lavoratori dell’A.O.U.P Paolo Giaccone dal segretario Flc Cgil Palermo Calogero Guzzetta e dal segretario aziendale Maurizio Urbano Tortorici. I sindacati  chiedono in particolare a Crocetta e alla Borsellino “l’immediata destituzione dell’intera direzione strategica del Policlinico e la nomina di nuovi amministratori che rispondano esclusivamente a criteri di competenza, professionalità, merito e legalità e non a mera appartenenza politica”.

CHIESA E MAFIA, IL RAPPORTO AMBIGUO

Don Antonio Sciortino, direttore di "Famiglia Cristiana"
Intervista a don Antonio Sciortino di Augusto Cavadi
Non è proprio un ritorno a casa, ma quasi. Don Antonio Sciortino è nato infatti cinquantotto anni fa a Delia e, dopo varie tappe, è arrivato a dirigere uno dei settimanali più diffusi, più amati e più contestati del Paese: “Famiglia cristiana”. Il periodico che, durante il ventennio berlusconiano, qualcuno ha definito – con leggera esagerazione – l’unica voce di opposizione del mondo cattolico. La Sicilia l’ha lasciata subito dopo il ginnasio e ha vissuto la maggior parte della vita a Milano. Quando qualcuno si è stupito che fosse assegnato a un siciliano l’Ambrogino d’oro, ha risposto di considerarsi ormai un milanese d’adozione. “Ma le mie radici restano sempre in Sicilia” – si affretta ad aggiungere – “assieme agli affetti e ai valori di dignità e onestà che ho respirato, fin da bambino, in famiglia e nella mia terra”.

LA FLC CGIL DI PALERMO ADERISCE AL CORTEO DEGLI STUDENTI MEDI E UNIVERSITARI PREVISTO PER OGGI


La Flc Cgil di Palermo aderisce al corteo previsto per oggi  insieme alla Rete degli studenti e all'Unione degli universitari di Palermo. I lavoratori della scuola scenderanno in piazza insieme agli studenti medi e universitari, per manifestare il loro totale dissenso rispetto alle politiche scolastiche del governo e rispetto alle soluzioni prospettate dal ministro Profumo. Soluzioni che hanno portato le altre organizzazioni sindacali a revocare lo sciopero e la manifestazione già da tempo in calendario. “E’ una  decisione che non trova affatto d'accordo la Cgil - dice  il segretario della Flc palermitana, Calogero Guzzetta, - Noi  daremo pieno sostegno alla manifestazione  promossa dagli studenti del capoluogo siciliano”.

Corleone. La raccolta è ripresa, ma nei giorni scorsi la città in tilt


Corleone – Adesso la raccolta dei rifiuti è ripresa, ma era saltata per giorni, mandando in tilt la città. Pubblichiamo il servizio di Cosmo Di Carlo di quei giorni. I cassonetti sono oramai, da giorni, sommersi dai rifiuti e la situazione è drammatica specialmente nelle periferie dove la situazione igienico- sanitaria è allarmante. Da diversi giorni gli automezzi sono senza gasolio mentre gli operatori e  dell’Ato Palermo 2 Alto Belice Ambiente, 16 operatori ecologici e 4 amministrativi. hanno occupato con le loro famiglie Piazza Garibaldi e  l’aula consiliare. Il consiglio comunale,  martedì  sera si è riunito in seduta straordinaria convocato dal Presidente Stefano Gambino ed ha approvato un ordine del giorno di solidarietà agli operai in lotta firmato dal sindaco Lea Savona, dalla Giunta, dal presidente Stefano Gambino e  dai consiglieri presenti.

Corleone, occupato il Liceo "Don Giovanni Colletto"

L'Istituto Don G. Colletto
Corleone – Occupato da martedì scorso l’edificio che ospita L’Istituto Don Giovanni Colletto di Via Salvatore Cusimano.  Gli studenti dei Licei Classico Scientifico e Pedagogico, protestano contro i tagli al settore e contro la legge Aprea che prevede drastiche riduzioni anche sulle spese accessorie degli istituti quali il riscaldamento. Con 105 voti su 120 votanti gli studenti hanno deciso per l’ occupazione. Solo 15 di loro  si sono espressi per l’autogestione. Martedì mattina gli studenti hanno notificato la loro decisione al preside Antonino Milazzo ed hanno occupato l’istituto e  chiudendo  per sicurezza tutte le pertinenze della scuola tranne il secondo piano dove si svolge l’occcupazione. Sul sito ufficiale dell’Istituto il preside Antonino Milazzo, dal canto suo, ha ricordato a studenti e famiglie che l’occupazione equivale ad assenza arbitraria e come tale sarà computata. (*Co.Di.*)

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Bernardino Verro seppellito accanto a Placido Rizzotto: due “ pezzi” di storia riposano assieme

Bernardino Verro
RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO: “B.Verro, antesignano del riscatto e della rinascita di Corleone”. Opera di recupero della memoria: ricordo, riconoscimento, patrimonio culturale
di BIANCA RUMORE
Corleone, 3 novembre 2012 –Il cimitero comunale di Corleone accoglie associazioni, studenti, insegnanti, figure istituzionali. E’ il 3 novembre 2012, è l’anniversario dell’assassinio di Bernardino Verro, quell’assassinio di un non così lontano 1915.  Ora i resti di Bernardino Verro vengono seppelliti accanto alla tomba di Placido Rizzotto, adesso quei due grandi riposano assieme.
Lea Savona, sindaco di Corleone, spezza il momento iniziale di commozione generale, esponendo, commossa anche lei, la biografia di Bernardino Verro e definendolo "difensore dei deboli". Il sindaco racconta della "società di soprusi, di miseria" in cui egli viveva. Una società in cui, come poi ricorda Dino Paternostro, i contadini erano considerati alla stregua di schiavi, una società in cui quegli stessi contadini non potevano portare i baffi, perché indice di potere e altezzosità, una società in cui vigeva la regola del “capo chino”. Verro fu un sindacalista con una spiccata sensibilità verso i figli della terra. Era uomo che voleva la rivolta sociale, "un uomo che invitò i contadini a farsi crescere i baffi, a guardare negli occhi i proprietari terrieri", continua Paternostro.

domenica 18 novembre 2012

Crocetta-show in televisione. Lega e Pdl plaudono al governatore

Il Presidente Rosario Crocetta a "L'Arena"
Taglio degli sprechi, soldi da Roma, tasse e imprese, indigenza: il neo-governatore a tutto campo durante la trasmissione di Massimo Giletti. E incassa il sostegno di Crosetto e Salvini
di EMANUELE LAURIA
"Dei partiti non mi frega nulla. Se non sono d'accordo sulla mia idea di risanamento procederò lo stesso". Crocetta-show sull'ammiraglia Rai. Intervistato da Massimo Giletti per "l'Arena", il neo-presidente della Regione sferra un'altra picconata sulla maggioranza che lo sostiene, al quale già stamattina dalle colonne di Repubblica aveva lanciato un ultimatum: "Pd e Udc mi diano i nomi per la giunta entro la fine della settimana o scelgo io tutti gli assessori". Ma non si ferma qui, Crocetta. E in tivù controribatte su caste e sprechi siciliani al pidiellino Guido Crosetto e al leghista Matteo Salvini fino addirittura a sedurli. E a conquistare il loro "appoggio".
GUARDA LA PUNTATA DE "L'ARENA" SU RAIUNO

TRA STORIA E CULTURA. L'antica Chiesa di San Martino a Corleone



La ricostruzione digitale della Matrice del 160
di DINO PATERNOSTRO
È la chiesa più antica di Corleone, fondata probabilmente nel 1382, ampliata nel secolo successivo e decorata nel Settecento. È la Chiesa Madre, dedicata a San Martino vescovo. Rappresenta la storia religiosa di Corleone, ma anche quella laica, che s’intrecciano profondamente fra loro. Adesso su questa chiesa c’è un’interessante pubblicazione di due studiosi locali, specializzati nel settore, Francesco Marsalisi e Calogero Ridulfo (Ecclesia Sancti Martini, Editrice Palladium 2012), che ne racconta le vicende, attingendo a varie fonti, principalmente a quelle archivistiche ed inedite. Il volume è stato presentato ieri pomeriggio proprio in Matrice dal sindaco di Corleone Lea Savona, da Rosalia Margiotta e Rita Loredana Foti, docenti dell’Università di Palermo, e dagli architetti Gianni Di Fisco e Leonardo Terrusa.
LEGGI LA PAGINA MONOGRAFICA SU "LA SICILIA"

Corleone, "bruciati" 32 milioni di euro sognando lo sviluppo del territorio


Il caseificio di contrada “Noce” a Corleone, progettato nel 1968 nell’ambito dei piani di sviluppo zonale dell’E.S.A. (Ente di Sviluppo Agricolo), fu completato una prima volta nel 1980 con l’impiego di circa 8 miliardi delle vecchie lire. Poi è stato ammodernato alla fine degli anni ’90 e completato nel 2001, con l’impiego di altri cinque miliardi. Doveva essere il volano di sviluppo per la zootecnia della zona del Corleonese, invece è stato il flop più colossale che si potesse immaginare. Doveva trasformare 36 mila litri di latte al giorno, ma già dieci anni fa il Servizio Veterinario del Distretto Usl di Corleone, carte alla mano, sosteneva che i capi bovini specializzati erano appena 700 e le quote latte raggiungevano appena 4.164 litri giornalieri.
LEGGI LA PAGINA SPECIALE SU "LA SICILIA"

Il 25 novembre, anche a Corleone le primarie del centrosinistra

A CORLEONE, DOMENICA 25 NOVEMBRE, si voterà per l'intera giornata (dalle 8.00 alle 20.00) nei locali della Villa comunale. A fianco ci sarà l'Ufficio elettorale dove gli elettori che si riconoscono nel centrosinistra ed hanno compiuto i 18 anni potranno avere rilasciato il certificato di elettore, esibendo carta di identità e tessera elettorale. Col certificato di elettore del centrosinistra, si potrà votare per uno dei candidati alle primarie. PER SAPERNE DI PIU'

"Politicamente scorretto" con Carlo Lucarelli, anche quest’anno...


Arriva alla settima edizione la rassegna coordinata da Carlo Lucarelli: legalità, mafie, corruzione,  al centro della rassegna, verranno affrontati con i diversi linguaggi della letteratura, del teatro e del cinema.  In tutto 32 appuntamenti e  tanti ospiti. Il clou nel week-end del 23-24-25 novembre. Si parlerà di femminicidio, di post-terremoto e pericolo di infiltrazioni mafiose. Spazio inoltre ai nuovi linguaggi con la presentazione in anteprima nazionale di un social game sulla legalità. Attilio Bolzoni, Fiorenza Sarzanini, Enzo Ciconte, Giovanni Tizian, Pina Maisano Grassi, Massimo Carlotto, Simona Cavallari, Riccardo Tozzi, Cristina Comencini, Renzo Ulivieri,  Damiano Tommasi