sabato 15 dicembre 2012

Palermo, incontro tra l'assessore alla salute Lucia Borsellino e le organizzazioni sindacali

L'ospedale di Corleone
Si è tenuto lo scorso 13 dicembre l’incontro tra le OO.SS. di categoria e l’Assessore Borsellino che, dopo avere motivato il ritardo della convocazione, ha descritto il quadro nazionale e regionale di riferimento ed ha esternato la volontà di confrontarsi periodicamente con la parte sindacale, soprattutto in considerazione della delicata fase che la sanità siciliana si appresta a vivere, per le ricadute derivanti dall’applicazione del decreto sulla spending review e del decreto Balduzzi.

La Fp Cgil ha esplicitato la propria posizione riprendendo i principali provvedimenti del precedente governo, le incompiute del pregresso assessorato, le criticità esistenti nella sanità privata e in quella pubblica, le problematiche connesse al personale stabile e precario, l’esigenza di rendere trasparente e sganciato dalla politica il processo di nomina dei direttori generali, l’opportunità di rilanciare seriamente la medicina territoriale favorendo l’integrazione Ospedale-Territorio e l’utilità di favorire interventi di natura socio-sanitaria e socio-assistenziale per rendere più appropriatee sostenibili le prestazioni squisitamente sanitarie.
Con riferimento alla Dirigenza STPA ed al Comparto,  la Fp Cgil ha sottolineato l’esigenza di scongiurare ulteriori tagli alle dotazioni organiche in considerazione del sottodimensionamento del personale di tali aree contrattuali, con particolare riferimento alla professione infermieristica ed all’OSS ed ha proposto di incrementare i posti per tali figure professionali, attraverso modifiche qualitative alle dotazioni organiche, anche per agevolare i processi di stabilizzazione, le ricollocazioni e l'applicazione del piano industriale SEUS
Prioritariamente, per il comparto, abbiamo chiesto l’intervento assessoriale per definire i percorsi per la stabilizzazione del personale contrattista secondo quanto concordato il 21 dicembre scorso, e di sollecitare l’avvio delle procedure entro il 31/12/2012, per quanti più posti possibili. L’Assessore si è fatto carico di trasmettere, a strettissimo termine, una circolare  in proposito.
Abbiamo riproposto l’esigenza di eliminare i tetti numerici per la composizione delle dotazioni organiche mantenendo i tetti di spesa e, con riferimento agli esuberi e riqualificazioni, abbiamo esternato la necessità di individuare i pensionamenti del prossimo triennio  e definire una programmazione triennale del fabbisogno di personale che, tenuto conto delle quiescenze, possa proporsi l’assorbimento degli esuberi anche attraverso riqualificazioni del personale.
La Fp Cgil ha, infine, denunciato atteggiamenti dirigisti da parte di alcuni Commissari che tendono a limitare le occasioni di confronto con le OO.SS.  aziendali e territoriali per attuare scelte unilaterali ed  autoreferenziali ed ha sottolineato l’esigenza di discutere, anche con un incontro congiunto con l’Assessore al Territorio ed Ambiente, del futuro, del ruolo e delle criticità dell’ARPA.
Con riferimento ai fondi contrattuali abbiamo sottolineato la nostra volontà di eliminare la storicizzazione della decurtazione del 5%, assunta con un provvedimento assessoriale unilaterale, e di verificare anche attraverso il servizio ispettorato dell’Assessorato le modalità di costituzione e di utilizzazione dei fondi soprattutto in considerazione degli accorpamenti delle strutture aziendali locali in applicazione della riforma sanitaria.  Abbiamo chiesto l’aggiornamento del tavolo già costituito e sottolineato l’esigenza di acquisire chiarimenti ed informazioni in merito ad alcuni comportamenti aziendali in materia di costituzione ed erogazione delle risorse contrattuali.
L’Assessore ha proposto la costituzione di tavoli operativi per gli approfondimenti delle tematiche poste all’ODG e proposte dalle OO.SS.
Il primo degli incontri, per il comparto e la Dirigenza STPA, si terrà il prossimo 20 dicembre ed avrà all’ODG la discussione sugli esuberi e le ricollocazioni.
Caterina Tusa
Fp Cgil Sicilia

Nessun commento: