sabato 15 dicembre 2012

“Fuga di notizie”: indagato il procuratore Francesco Messineo

Francesco Messineo
Il Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo e’ stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Caltanissetta per violazione del segreto istruttorio e notizie riservate nell’ambito dell’inchiesta per usura bancaria che coinvolge Banca nuova. Lo confermano all’Adnkronos ambienti giudiziari. Ieri pomeriggio Messineo e’ stato interrogato per diverse ore dal Procuratore aggiunto di Caltanissetta Nico Gozzo alla presenza del suo legale, l’avvocato Francesco Crescimannno.

Il Procuratore capo di Palermo Francesco Messineo, secondo l’accusa, avrebbe rivelato all’ex manager di Banca nuova, Francesco Maiolini, notizie coperte da segreto istruttorio e riguardanti un’indagine per usura che coinvolge Banca nuova. Nella scorsa estate Maiolini chiamo’ al telefono Messineo, con cui e’ in buoni rapporti, per chiedere notizie su un avviso di identificazione che gli era arrivato dalla Procura di Palermo. Maiolini non sapeva pero’ di essere intercettato perche’ indagato in un’altra inchiesta. In un secondo momento Messineo avrebbe chiesto a uno dei pm che si occupa dell’inchiesta di avere ulteriori chiarimenti. E secondo la Procura di Caltanissetta, Messineo sarebbe stato protagonista di una fuga di notizie riservate. Da qui la decisione di iscrivere il magistrato nel registro degli indagati. Proprio domani pomeriggio e’ fissata un’assemblea a cui parteciperanno tutti i magistrati della Procura dopo una lettera firmata da una trentina di pm in cui si chiedono a Messineo dei chiarimenti.
Siciliainformazioni.it, 15 dicembre 2012

Nessun commento: