giovedì 13 dicembre 2012

Corleone, la Cgil e gli operai forestali chiedono un impegno straordinario per abbattere le tasse ed eliminare gli sprechi e le spese inutili

I lavoratori forestali di Corleone, riuniti in assemblea, indetta dalla Flai-Cgil e dalla Camera del lavoro, il 12 dicembre 2012, nella sala del consiglio comunale, per dibattere i problemi della categoria in riferimento all’applicazione dell’accordo stipulato nel 2009 col governo regionale sui livelli occupazionali, hanno preso in esame anche la difficile situazione che si vive nel comune di Corleone a causa dell’aumento al livello massimo previsto dalla legge dell’Imu sulle seconde case e dell’addizionale Irpef. Dopo ampio ed approfondito dibattito, alla presenza di Leoluca Nicolosi, segretario della Flai-Cgil  locale, di Dino Paternostro, segretario della Camera del lavoro, e di Tonino Russo, della Flai-Cgil di Palermo, gli operai forestali, la Flai-Cgil e la Camera del lavoro di Corleone chiedono al sindaco, alla Giunta e al Consiglio comunale di assumere provvedimenti per abbassare in maniera consistente la pressione dell’IMU sulle seconde case e dell’addizionale IRPEFChiedono, inoltre, di avviare la raccolta differenziata dei rifiuti, finalizzata ad una gestione rispettosa dell’ambiente e alla possibilità di risparmiare sui costi del servizio per poter ridurre la TARSU. Chiedono, infine, un impegno straordinario per eliminare dal bilancio del Comune tutti gli sprechi e le spese inutili.
Corleone, 12.12.2012

Nessun commento: