lunedì 10 dicembre 2012

Amnesty International: "Placido Rizzotto difensore dei diritti umani"

Placido Rizzotto in una tela di G. Porcasi
Una targa alla memoria é stato conferito ieri mattina a Placido Rizzotto, il segretario della Camera del lavoro di Corleone assassinato dalla mafia del feudo il 10 marzo 1948, dalla circoscrizione siciliana di Amnesty International, a 64 anni dal delitto, durante una cerimonia svoltasi nella sala "Martorana" della Provincia regionale di Palermo. Il riconoscimento al sindacalista, il cui corpo é stato ritrovato recentemente in una foiba di Rocca Busambra, per la sua opera a difesa dei diritti umani, sia nella lotta partigiana sui monti della Carnia, sia nelle lotte contadine del secondo dopoguerra, é stato consegnato da Rosario Mondino, della sezione siciliana di Amnesty, al nipote che si chiama pure lui Placido Rizzotto. La consegna della targa é avvenuta dopo il convegno "i diritti oltre la vita, memoria e testimonianza", a cui hanno partecipato il prof. Santo Lombino, Maria Di Carlo, Umberto Di Maggio e Placido Rizzotto Jr., coordinati dal prof. Nicola Grato. "Sono contento ed emozionato per questo riconoscimento alla memoria di mio zio - ha detto Rizzotto Jr. - che voglio condividere con mio fratello Angelo e con Nino Melita, il poliziotto che ha permesso il ritrovamento del suo corpo".
D.P. 

Nessun commento: