martedì 15 maggio 2012

Il Presidente Napolitano ai funerali di Placido Rizzotto a Corleone


Le spoglie di Placido Rizzotto, sindacalista della CGIL e militante socialista, ucciso dalla mafia 64 anni fa, torneranno a Corleone, in provincia di Palermo, il 24 maggio per i funerali di Stato decisi a marzo dal Consiglio dei ministri. Alla cerimonia parteciperà anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Insieme alla famiglia del sindacalista, a ricevere Placido Rizzotto nella sua città ci sarà il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso.
Il 24 maggio a Corleone, provincia di Palermo, si svolgeranno i funerali di Placido Rizzotto alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Tornerà così nella sua Corleone Placido Rizzotto, sindacalista della CGIL e militante socialista, ucciso dalla mafia 64 anni fa e i cui resti sono stati ritrovati solo nel 2009 nelle foibe di Rocca Busambra. Dopo la conferma ufficiale del ritrovamento, il Consiglio dei ministri (nel marzo scorso) ha deciso di rispondere positivamente alla richiesta dei famigliari del sindacalista: per Rizzotto, dunque, funerali di Stato.
Tutta la CGIL si mobilita per questo avvenimento e alla cerimonia del 24 sarà presente anche il Segretario Generale, Susanna Camusso. Insieme al presidente Napolitano ci saranno anche don Luigi Ciotti ed Emanuele Macaluso. La cerimonia solenne si svolgerà nella Chiesa di Corleone e due piazze della città saranno collegate con maxischermi per consentire a tutti i partecipanti di seguire la cerimonia. Tutte le strutture della CGIL sono invitate a partecipare, mentre i sindaci saranno invitati a partecipare all'evento con i loro gonfaloni e in particolare con i gonfaloni delle città vittime di eccidi proletari, di stragi terroristiche e mafiose.
Ad accogliere a Corleone le spoglie di Placido Rizzotto ci saranno la sua famiglia, la sorella e il nipote che porta lo stesso nome, Placido Rizzotto. Con loro ci sarà il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso, che la scorsa settimana aveva rinnovato l'invito a Napolitano con una lettera firmata insieme al nipote del sindacalista. Il 24 ci saranno anche molti altri famigliari delle vittime di mafia.
“Si tratta di un evento di assoluta importanza che, dopo aver accolto i funerali di Stato, la massima autorità in rappresentanza di questo Paese vi partecipi. È un segale di rilievo sia per i caduti contro la mafia, per la libertà e per la democrazia ma anche e soprattutto nei confronti di una figura come Placido Rizzotto che viene dal mondo del lavoro - dichiara il segretario della Cgil di Palermo Maurizio Calà - Questi funerali per noi, come ha giustamente sottolineato il presidente, non sono solo i funerali di Rizzotto ma delle decine di sindacalisti caduti nel contrasto alla mafie, per i diritti del lavoro e per la salvaguardia della libertà e della democrazia. Il 24 maggio diventa una data storica e di mobilitazione della Cgil per onorare i funerali di Placido Rizzotto come del resto la stessa Cgil ha fatto in tutti questi anni in cui siamo stati gli unici assieme alla famiglia a chiedere verità e giustizia e la salvaguardia della memoria».

Nessun commento: