mercoledì 2 maggio 2012

Corleone, campi di lavori antimafia. Al Pastificio Rinascita corleonese


Al Pastificio "Rinascita Corleonese"
 ......dal Teatro Puccini di Firenze a Casa Caponnetto di Corleone lo Spi Cgil e l'Arci della Toscana insieme alla Cooperativa Lavoro e Non Solo per ricordare i compagni Pio La Torre e Rosario Di Salvo e festeggiare con i tre compagni superstiti un Primo Maggio in memoria di Portella della Ginestra.
A Corleone quest’anno ci sono le elezioni comunali. Ieri sera siamo andati al comizio del candidato del centro sinistra  Pippo Cipriani, già sindaco di Corleone dal 1992 al 2002.
 E’ stato colui che ha confiscato i terreni e gli edifici ora gestiti dalla Cooperativa Lavoro e Non Solo. Sinceramente devo dire che mi è sembrato di essere tornata indietro nel tempo, forse perché da noi non ci sono più comizi in piazza. Sembrava di essere in un film, comunque Pippo ci è sembrata una persona brava ma soprattutto “pulita”.

Stamattina i nostri “operai” Antonio, Ivo, Renato e Silvano hanno verniciato la veranda … non si stancano mai … hanno fatto davvero un buon lavoro.
Noi, a parte qualcuna che è rimasta in cucina, siamo andati al Pastificio Corleonese.
 Il presidente Calogero ci ha fatto vedere tutta la lavorazione della pasta e ci ha parlato delle difficoltà incontrate a fare questa cooperativa. Anche loro, come tanti altri qui, hanno avuto coraggio sia civile che sociale scegliendo strade difficili perché qualcosa cambi.
Verso le 11, siamo andati in piazza e qui l’associazione “Ciincontriamo” insieme a noi e ad alcune persone di Corleone che si sono fermate, ha improvvisato un gioco bellissimo, con canti, girotondi, spaghi intrecciati, balli e fogli colorati.
Anche il pranzo è finito in festa e in conclusione tutti abbiamo cantato “Bella Ciao”. E’ stato un momento che ci ha fatto sentire davvero vicini e solidali,
Oggi è il  30 aprile e ricorre il 30° Anniversario dell’assassinio di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo.
Senza la legge da lui pensata sulla confisca dei beni e formulata solo dopo la sua morte, oggi non saremmo qui, in questo edificio, in questa terra.
E’ importante ricordare la figura di Pio perché oggi avremmo tanto bisogno di uomini politici della sua levatura morale e della sua onestà.
Ciao a domani,
i Volontari ARCI La Rampa 

Nessun commento: