lunedì 28 maggio 2012

Carlo Smuraglia (Anpi): "Placido Rizzotto è stato anche partigiano"


In tanti hanno ricordato Placido Rizzotto e la sua azione; forse un po’ meno è stato sottolineato che egli fu anche partigiano e che fu insignito della medaglia d’oro al merito civile.
A Corleone, si è svolto, in una incredibile cornice di folla, il funerale di Stato di Placido Rizzotto, al quale – dopo 64 anni – è stata resa almeno una parte della giustizia che gli era dovuta, sia pure con un rilevante ritardo. Bene ha fatto il Governo a decidere per il funerale di Stato; e altrettanto importante è stata la presenza del Presidente della Repubblica. Anche in questo caso, non è caduto l’oblio; tanti hanno ricordato Placido Rizzotto e la sua azione; forse un po’ meno è stato sottolineato che egli fu anche partigiano e che fu insignito della medaglia d’oro al merito civile. Mille motivi ci legano a lui; e mille ragioni ci fanno, anche in questo caso, riflettere. A Corleone, in tanti, hanno detto che non dimenticheranno mai. Ma a Corleone c’era, idealmente, tutta l’Italia. Non lo dimenticheremo. E non è irrilevante il fatto che a ricordare il suo nome contribuiranno anche le etichette apposte sui prodotti dei terreni confiscati alla mafia. C’è, infatti, un legame implicito ed esplicito, tra questi dati di fatto e la memoria; tra la volontà di non dimenticarlo e quella di tener viva la sua fiaccola dell’impegno civile contro la mafia. Desidero ricordare che l’ANPI Nazionale ha partecipato al funerale di Stato con una delegazione formata da Alessandro Pollio Salimbeni, Vice Presidente Nazionale e Ottavio Terranova, Coordinatore Regionale e componente del Comitato Nazionale.
Carlo Smuraglia
Presidente nazionale dell’Anpi

Nessun commento: