sabato 5 maggio 2012

Azienda Sanitaria Provinciale: investimenti per 23 milioni, sarà costruita la nuova ala dell'ospedale di Corleone

L'ospedale di Corleone
Un investimento complessivo di oltre 23 milioni di euro per le strutture sanitarie di Palermo e provincia. L’Asp dà il via ai progetti per la realizzazione dei lavori relativi ai finanziamenti ottenuti sull’articolo 20 ed al piano aziendale degli investimenti. Tra pochi giorni verranno pubblicati gli atti per acquisire i progetti per la ristrutturazione del Pta (Presidio Territoriale di Assistenza) “Casa del Sole” (l’importo dei lavori è di 2.560.000 euro), e per il Pta di Lercara-Palazzo Adriano (2.615.000 euro). Previsto, invece, un investimento di 6.250.000 euro per l’Ospedale “Dei Bianchi” di Corleone. “Nei prossimi giorni – ha spiegato il direttore generale dell’Asp, Salvatore Cirignotta (nella foto) – sarà, inoltre, selezionato il professionista incaricato della progettazione preliminare dei lavori di messa in sicurezza. Lavori imposti in sede di ispezione dai Vigili del fuoco.
Acquisito il progetto preliminare, le opere saranno aggiudicate con procedura di somma urgenza”. I lavori complessivi riguarderanno in particolare il completamento del “Corpo C” dell’Ospedale “Dei Bianchi” , cioé la struttura ancora “grezza” del nosocomio. In quest’ala saranno trasferiti in modo alcuni reparti razionalizzando, così, tutti gli spazi disponibili. “Con la ristrutturazione completa dell’Ospedale – ha sottolineato il manager dell’Azienda sanitaria palermitana – Corleone avrà definitivamente a disposizione della città e del relativo bacino di riferimento un Presidio rifunzionalizzato ed aderente ai bisogni della popolazione. Un Presidio completo e particolarmente attento anche all’area del Pronto Soccorso”. In dirittura d’arrivo è, infine, la procedura per l’acquisto a Bagheria di “Villa Maria Cristina”, struttura destinata ad ospitare la “Cittadella della salute”. L’investimento per l’acquisizione e la ristrutturazione dell’immobile ammonta a poco meno di undici milioni e mezzo di euro. “La somma – ha spiegato Cirignotta – trova copertura per due milioni di euro nei fondi ex articolo 20 e per il restante importo nelle alienazioni di altri beni e, soprattutto nelle restituzioni derivanti dalla nota vicenda giudiziaria di ‘Villa Santa Teresa’. E’ un chiaro segnale della volontà di reinvestire a Bagheria quanto recuperato dagli illeciti proventi del passato connubio mafia-sanità. L’investimento, oltre a garantire qualità dei servizi ai cittadini, assicurerà all’Azienda un notevole risparmio sui fitti passivi attualmente pagati per le varie postazioni dell’Asp disseminante per la città”.
livesicilia.it, venerdì 4 maggio 2012 

1 commento:

Leoluca Criscione ha detto...

...deprimente non aver letto commento alcuno su una notizia cosi importante per Corleone!!! La campagna elettorale distrae!!!???