sabato 28 gennaio 2012

Giovanni Mercatante: "Se i politici stessero al nostro fianco..."

Giovanni Mercatante
Carissimo direttore, le scrivo questa lettera aperta al presidente del consiglio Mario Monti, per pubblicarla sul suo giornale: 
Signor Presidente Monti, lei dice di fare ancora sacrifici a noi italiani, che già siamo penalizzati da tutte le tasse che paghiamo. È giusto pagare le tasse, ma queste tasse le stanno pagando i padri di famiglia come me, che con un carico di famiglia di 9 persone non riesce più ad arrivare a fine mese. E, per giunta, non percepisce lo stipendio in maniera regolare ogni mese già da 7 anni. Ne prendo uno ogni due mesi e mezzo. Questo per lei è giusto? A lei interessa solo che paghiamo le tasse. E a queste adesso sono da aggiungere anche i ticket per le prestazioni specialistiche e le analisi cliniche. Io sono un lavoratore a reddito fisso e mi pare che lei abbia penalizzato solo noi dipendenti di un sistema corrotto e inadeguato, perche le tasse le pagano solo quelli come noi a reddito fisso, mentre un parrucchiere alla camera dei deputati ha un reddito di oltre centomila euro l'anno. Faccia una cosa giusta, si dimetta da questa politica oramai sfacciata e senza dignità. Se i politici stessero davvero con gli italiani che li hanno votati, allora  dovrebbero stare in prima fila insieme ai lavoratori, ormai con l’acqua alla gola, a scioperare contro questo sistema corrotto.
Giovanni Mercatante
Corleone

Nessun commento: