martedì 17 gennaio 2012

Corleone, oltre il pensare mafioso...

Un momento dell'incontro di venerdì scorso
Il Comune di Corleone, il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Palermo e il Laboratorio della Legalità hanno presentato venerdì scorso la ricerca della dottoressa Giusy Cannizzaro sulla psicologia del fenomeno mafioso, condotta nel corso dell'ultimo anno a Corleone. Sono intervenuti il prof. Girolamo Lo Verso, ordinario di Psicoterapia presso l'Università di Palermo, la dott.ssa Giusy Cannizzaro, laureata in Psicologia e tirocinante presso la Cattedra di Psicoterapia dell'Università di Palermo, Giuseppe Crapisi, del Laboratorio della Legalità, Dino Paternostro, scrittore e giornalista, Pippo Cipriani, già Sindaco di Corleone, e Antonino Iannazzo, attuale sindaco di Corleone. Dall'interessante ricerca della d.ssa Cannizzaro è venuta fuori la voglia di parlare dei cittadini corleonesi e di liberarsi dello stereotipo di paese di mafia. Rovesciando il vecchio modo di dire omertoso, ormai a Corleone "a megghiu parola è chidda chi si dici", ha concluso Cannizzaro.

Nessun commento: