lunedì 20 giugno 2011

RIFLESSIONI SU MAFIA E FASCISMO

Cesare Mori, il "prefetto di ferro"
di ANGELO DONATELLI
Cosa nostra è un sistema economico-criminale organizzato sul territorio con una struttura gerarchico-militare che fa della violenza, della capacità di intimidazione soltanto uno strumento per accumulare ricchezze e incrementare il proprio potere. A questo scopo elabora strategie verso l’esterno, stringendo alleanze con pezzi della società ove agisce, intessendo una rete di relazioni, fino a connettersi con ambienti e soggetti del potere legale. È proprio questo modo di essere che distingue la mafia dalle altre organizzazioni criminali e che le ha garantito l’impunità e ha favorito, nel tempo, il ricambio dei suoi quadri. La struttura gerarchico-militare di Cosa Nostra ha subìto duri colpi, tuttavia essa non è vinta perché la mafia è molto più della sua struttura gerarchico-militare. Per combatterla ci si deve sforzare anche di conoscerla, di scoprire dietro il boss catturato, la rete di relazioni, scambi e complicità di cui ha goduto e su cui ha costruito la sua forza. LEGGI TUTTO

Nessun commento: