venerdì 28 gennaio 2011

Corleone, educazione alla legalità. I bambini della materna incontrano il Giudice di Pace


La foto di gruppo dei bambini col giudice e gli avvocati
Oggi i bambini della scuola materna del Plesso “Dietro San Leonardo” delle Sezioni B/D hanno visitato l’Ufficio del Giudice di Pace di Corleone per realizzare il progetto: “Io e il mio Paese a 150 anni dell’Unità d’Italia”. I bambini di 5 anni della Scuola Materna, accompagnati dalle insegnanti Ridulfo, Labbruzzo e Biondo e dalle rappresentanti di classe Sig.re Di Palermo e Riina, sono stati accolti dal Giudice di Pace di Corleone Dott. Avv. Alberto Ferro, dall’Avv. Antonio Di Lorenzo, dall’Avv. Gaetano La Venuta e dalla Dott.ssa Marinella Mulè dello Studio di G. La Venuta. Il Giudice di Pace ha loro impartito una bellissima lezione sulla legalità. «Bisogna avere un comportamento che sia buono con tutti – ha detto il giudice - voi siete bambini e tra voi bambini vi dovete comportare bene e così anche con i grandi. Non dovete mai litigare tra di voi, dovete essere sempre disponibili con gli altri…». Ha risposto a varie domande spontanee dei bambini: «Che lavoro fai?». «Cerco di far fare pace alle persone…». «Ti piace il tuo lavoro?.....Ma non hai il martello?». Ha spiegato la funzione del Cancelliere, degli avvocati, delle Sentenze, che sono l’atto principale che fa il Giudice, il significato della veste del Giudice: la toga.
Ha detto anche: «Corleone è una cittadina che si sta sforzando per affermare i valori della legalità». Ha, quindi, consigliato ai bambini di assolvere con volontà al proprio dovere, che è quello di arrivare a finire gli studi obbligatori, al fine di diffondere la legalità nella nostra cittadina. A conclusione del bellissimo incontro, il Giudice di Pace ha conferito a ciascuno dei bambini “l’Attestano del Bravo Cittadino”, nel quale si trovavano contenute 6 regole. Il Bravo cittadino deve: 1) Rispettare l’altro come persona; 2) Rispettare le idee degli altri; 3) Rispettare le regole ovunque ci si trovi; 4) Rispettare la natura; 5) Rispettare il codice della strada; 6) Rispettare le cose pubbliche. I bambini, grati della bellissima giornata, hanno salutato il Giudice con una bellissima canzoncina.

Nessun commento: