mercoledì 10 novembre 2010

Corleone. Si ricomincia d'accapo con i furti?

di COSMO DI CARLO
Corleone -  Ricominciano i furti a Corleone dintorni  e sembra di nuovo rompersi la “pax mafiosa” mentre  si intensifica l’azione delle forze  dell’ordine, con la  polizia e Carabinieri  che hanno intensificato i posti di blocco ed i pattugliamenti. Qualche anno fa erano state alcune bande di albanesi, poi sgominate dalle forze dell’ordine, a seminare preoccupazione e paura tra la gente. Ieri gli uomini del NORM (Nucleo Operativo e Radio Mobile) della compagnia cittadina hanno visto premiata la loro costanza  nel controllo del territorio. Ladri venuti da fuori (l’arrestato è un giovane con precedenti di polizia nativo di Salemi (TP), organizzati probabilmente  con qualche basista locale.  Il genere di furto (mobili ed armi antiche) potrebbero far pensare ad un furto su commissione, diverso da quelli verificatisi negli  degli ultimi mesi. Cinque le denunce presentate ai carabinieri, ad essere forzate case di campagna da dove sono stati asportati oggetti di poco valore: piccoli elettrodomestici, attrezzi agricoli, qualche elettrodomestico. Al commissariato di Polizia denunciati diversi  furti in ville anche abitate in contrada “Carrubba” a nord-ovest del centro abitato e nelle campagne delle contrade ”Santa Lucia” e “Rubina”, a valle del paese. I ladri in questi casi hanno agito anche di giorno, probabilmente tenendo sott’occhio i casolari per assicurarsi che i proprietari non fossero sul luogo. 

Nessun commento: