mercoledì 27 ottobre 2010

Montelepre. Per la riesumazione della salma di Giuliano di domani, il sindaco ha vietato l'ingresso di giornalisti e fotografi al cimitero

La bara di Giuliano all'ingresso del cimitero
PALERMO, 27 OTT - È stata vietata la presenza del pubblico alla riesumazione del cadavere di Salvatore Giuliano, fissata per domani nel cimitero di Montelepre, dai Pm di Palermo che hanno riaperto l'indagine sulla morte del bandito. Con una ordinanza motivata per ragioni di ordine pubblico, il sindaco ha interdetto l'accesso al cimitero ai cittadini dalle 8.30 alle 17.00, consentendolo solo ai magistrati e ai medici che parteciperanno alla riesumazione. Sarà cosi vietato, domani, l'ingresso di telecamere e giornalisti nel piccolo cimitero di Montelepre per assistere alla riesumazione del cadavere da parte del medico legale, Livio Milone, incaricato dal procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, dopo la riapertura dell'indagine sulla morte di Giuliano. L'ipotesi investigativa è che la salma nel cimitero di Montelepre non sia quella di Salvatore Giuliano, ucciso a Castelvetrano nel luglio di 60 anni fa. Alla riesumazione parteciperà anche lo stesso procuratore aggiunto Ingroia.

Nessun commento: