domenica 20 settembre 2009

Beni confiscati, il primato a Palermo. La cantina Kaggio di Monreale, dopo anni di inattività, assegnata al Consorzio Sviluppo e Legalità

di Norma Ferrara
E' Palermo la capitale dei beni confiscati nel Paese. Con 14.973 beni posti sotto sequestro/confisca, il capoluogo siciliano e' la citta' dove si conferma più alto il numero di patrimoni mafiosi colpiti dai provvedimenti previsti dalla legge109/96.
Al secondo posto Roma, che con 11.648 beni supera Reggio Calabria, terza con 5.248.Nonostante Palermo sia capofila fra le città italiane il valore dei beni sequestrati a spostare l'attenzione sulla capitale. A Roma infatti questo arriva sino a 916 milioni e supera di gran lunga quello degli immobili sequestrati a Palermo (42 milioni) o Napoli (29 milioni). Un dato che la dice lunga sulla lungimiranza e sulla forza che hanno assunto gli investimenti criminali nella capitale, assediata da ndrangheta e camorra, che arrivano sino al cuore del centro storico senza incontrare difficoltà, attraverso "scatole cinesi" che camuffano la natura mafiosa dei capitali. LEGGI TUTTO

Nessun commento: