sabato 7 marzo 2009

"Altro che Ponte, aspettiamo treni e strade"

MESSINA - "Mentre la politica siciliana esulta, i siciliani aspettano e continuano ad aspettare le strade, le autostrade, l'elettrificazione, i raddoppi e l'alta velocità ferroviaria in Sicilia". Lo dice Giosuè Malaponti, coordinatore del comitato pendolari Me-Ct-Sr. "Il Ponte sullo Stretto - aggiunge - di certo, non salverà l'economia siciliana e calabrese. Quello di cui la Sicilia oggi avrebbe di più urgente, è un nuovo assetto viario e ferroviario per dare quell'input positivo all'economia ed a tutte quelle potenzialità di sviluppo che corrono sulle infrastrutture, oggi sempre più moderne. È strano che la politica siciliana esulti per questa ciliegina".

Nessun commento: