giovedì 5 marzo 2009

Agrigento. Ospedale col cemento a basso costo

Indagini della procura di Agrigento: il San Giovanni di Dio sarebbe stato realizzato con calcestruzzo di scarsa qualità. Emessi 22 avvisi di garanzia nei confronti dei vertici dell'azienda
AGRIGENTO - L'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento sarebbe stato realizzato con calcestruzzo di scarsa qualità. È l'ipotesi al centro di un'inchiesta avviata dalla procura della città dei Templi, che ha emesso 22 avvisi di garanzia nei confronti di manager, imprenditori, tecnici e direttori di lavori impegnati nella realizzazione dell'ospedale. I reati ipotizzati sono abuso d'ufficio, truffa e associazione a delinquere. Le indagini sono condotte dalla Guardia di finanza. L' utilizzo di calcestruzzo di scarsa qualità sarebbe stato già accertato dai consulenti nominati dalla procura. I periti stanno anche valutando l'agibilità della struttura, con 400 posti letto, che potrebbe essere chiusa per motivi precauzionali.
05/03/2009

1 commento:

Adduso ha detto...

Rimane solo una legge analoga al “taglione” per i pubblici responsabili.

Quando un responsabile o dipendente pubblico, non esita, sapendolo, non solo a rubare sui soldi pubblici, ma pure a mettere a rischio la vita di altri e persino di persone malate, bisogna mettere in campo leggi che gli sequestrino subito ogni avere e lo condannino a pene dieci volte quelle che sarebbero inflitte per uno stesso reato ad un privato cittadino.

Solo così, forse, ci sarà la speranza di riportare lo Stato Italiano ad un livello di civiltà.

In Sicilia, tutto quello che è pubblico è manifestatamente mafioso, ma questo non deve spingere al suicidio sociale delle privatizzazioni, bensì a contrapporre leggi ferree nei confronti di chiunque ed a qualsiasi titolo rivesta una carica pubblica.