lunedì 22 dicembre 2008

Sicilia. Per l'Arma 2008 in prima linea

I carabinieri siciliani tracciano un bilancio dell'anno in corso: grandi soddisfazioni sul fronte della lotta a Cosa nostra, fiore all'occhiello l'operazione "Perseo"
PALERMO - "Proseguiremo lungo la strada intrapresa finora, continuando a combattere la criminalità organizzata come l'operazione "Perseo", che ha portato in cella 99 tra boss e gregari di Cosa nostra, dimostra". A indicare le linee dell'attività dell'Arma nel prossimo anno e tracciare un bilancio del 2008 è stato il generale Vincenzo Coppola, comandante della Regione Carabinieri Sicilia, che oggi ha incontrato la stampa per i tradizionali auguri di Natale.All'incontro hanno partecipato anche il comandante provinciale dell'Arma, il colonnello Teo Luzi, e il comandante del Reparto Operativo, il tenente colonnello Jacopo Mannucci. Nel 2008, nell'Isola, sono state 237 le persone arrestate nell'ambito dell'attività di contrasto alla mafia; 69 i denunciati e 133 i procedimenti penali aperti.In materia di misure di prevenzione l'Arma, inoltre, ha proposto 612 avvisi orali, 113 sorveglianze speciali con obbligo di soggiorno, 90 sorveglianze speciali e 60 sorveglianze speciali con divieto di soggiorno.Nell'ambito delle misure patrimoniali, invece, sono stati 746 i sequestri eseguiti e 7 le confische. Infine, nel contrasto alla criminalità diffusa i carabinieri hanno arrestato 6076 persone e ne hanno denunciate 14.878.
22/12/2008

Nessun commento: