lunedì 30 luglio 2007

S come solitudine: l'alfabeto del "Caso Mele"

Da Flaiano a De Sade: citazioni in libertà per lo scandalo che rilancia l'ennesima "questione morale"

di CARLA RESCHIA
Come una ventata d'aria fresca nel fine luglio più afoso degli ultimi anni, l'affair Mele ha distolto il Parlamento da questioni noiose come le pensioni e la giustizia permettendo agli onorevoli di misurarsi con la questione morale, da sempre cavallo di battaglia della nostra politica. Ecco senza pretese di completezza e con tante scuse per l'extrapolazione, alcune delle dichiarazioni più interessanti in meritoLa solitudine del deputato«La solitudine è una cosa molto seria e la vita del parlamentare è una cosa dura per chi la fa seriamente. Al parlamentare bisognerebbe dare di più e consentire il ricongiungimento familiare», Lorenzo Cesa, segretario dell’Udc. (Leggi)

Nessun commento: