martedì 3 luglio 2007

Polizia, le priorità di Manganelli


ROMA - "Una delle priorità da affrontare è la criminalità che opera nel Nord dell'Italia, soprattutto legata all'immigrazione clandestina". Il nuovo capo della polizia, Antonio Manganelli, si presenta così davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato presieduta da Enzo Bianco. Il successore di De Gennaro parla di criminalità e di violenza negli stadi. Non tralasciando, però, le polemiche che hanno preceduto la sostituzione del suo predecessore: ''La discontinuità è nel fatto stesso che c'è una persona diversa, nel taglio e nella formazione che ognuno ha, nei rapporti con la base sindacale. Una discontinuità già c'è perché ci avviamo ad un nuovo corso''.
Allarme criminalità al Nord. "L'incidenza della criminalità diffusa legata all'immigrazione clandestina" è "una situazione che preoccupa" nelle regioni del nord d'Italia perché si tratta di "un dato che non possiamo considerare casuale". Per Manganelli è "una priorità l'esigenza di meglio controllare il territorio in certe aree". Anche con lo studio "di una serie di misure". Citando a più riprese i contenuti del Rapporto sulla sicurezza Manganelli, ha invitato tutti a ''non cadere nei luoghi comuni ed a superare gli stereotipi sul versante dell'ordine pubblico''. (Segue)

NELLA FOTO: Il nuovo capo della Polizia Antonio Manganelli

Nessun commento: