venerdì 27 luglio 2007

Enrico Letta: "Sono pronto. Il Pd non sarà un partito personale. Ho studiato da leader..."

di Marco Damilano

Gli esordi in politica. Il ruolo di ministro a 32 anni. E ora la sfida a Veltroni. Colloquio con Enrico Letta. Da venerdì in edicola

Alle nove di sera di martedì 24 luglio Enrico Letta gioca con i cubi anti-stress al suo tavolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio a Palazzo Chigi. Arrivano notizie sempre più drammatiche sugli incendi al Sud, la tv è accesa sulle votazioni del Senato, come al solito convulse. Resta solo qualche minuto per concentrarsi sulla novità di queste giornate, la decisione di candidarsi alla guida del Pd con un video trasmesso on line. "Mi è venuta l'idea durante una notte insonne", racconta Letta, deciso a togliersi definitivamente di dosso l'immagine dell'abatino: il giocatore di bello stile che non ama lottare. Appuntamento per i suoi supporter il 14 settembre a Piacenza, una convention nella città del quotidiano 'La Libertà', parola chiave del programma lettiano. (SEGUE)

Nessun commento: