giovedì 5 luglio 2007

Corleone, “guerra” per il Cidma. Ma poi, improvvisamente, è scoppiata la “pace”

CORLEONE – Mercoledì sera, il consiglio comunale ne ha discusso per ore (dalle 20.00 all’una e mezza del giorno successivo). Con toni accesi, quasi al limite della rissa e con il presidente Mario Lanza, che – ad un certo momento – non sapeva più a quale santo votarsi. L’oggetto del contendere? Il Cidma (Centro Internazionale di Documentazione sulle Mafie e il Movimento Antimafia), o, per meglio dire, il “diritto” del consiglio comunale di dare “consigli” al sindaco sulle modifiche statutarie, che l’assemblea dei soci dovrà apportare all’importante associazione culturale, inaugurata il 12 dicembre 2000 dall’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. (SEGUE)

Nessun commento: