giovedì 12 luglio 2007

A Corleone, abbiamo iniziato a trebbiare il grano!

Diario del primo giorno di lavoro del nuovo gruppo di volontari toscani. Ci sono anche ragazzi dell'Azione Cattolica, con un sacerdote...

Ed eccoci al nostro primo giorno di lavoro: sveglia all’alba, rapida colazione e alle 7:30 siamo pronti per andare sul campo di grano per la mietitura con la trebbia. La vita contadina all’inizio ci stupisce un pò: tutto ci sembra lento, tranquillo e in effetti è proprio così.. Anche il grano per sua natura ha bisogno del sole per asciugarsi, così attendiamo il momento giusto per accendere la trebbiatrice. Dopo un pò ci dividiamo in due gruppi: alcuni vanno al magazzino a sistemare il grano raccolto, gli altri assistono ancora alla trebbiatura....e intanto il sole cuoce sempre di più...
Terminata la giornata lavorativa ci attende un sostanzioso pranzo e poi un pò di meritata siesta...momenti in cui il gruppo sembra unirsi sempre più, fra chitarre, giochi a carte e risate.
Nel tardo pomeriggio ci dividiamo nuovamente: i ragazzi di Pisa che fanno parte di un gruppo parrocchiale si ritrovano per la messa in una chiesa nelle vicinanze e condividono questo momento con alcuni corleonesi. Gli altri si incontrano con i ragazzi del circolo “incontrArci” che raccontano la storia del movimento antimafia di Corleone attraverso le figure di Bernardino Verro e Placido Rizzoto e i luoghi chiave della loro vita.
Ci ritroviamo tutti a casa per la cena, ancora una volta a lume di candela...la luce è tornata, ma non in sala da pranzo per colpa di un guasto!
La serata è alla sala multimediale del paese, nuovamente insieme ai ragazzi di “incontrArci”. C’è la proiezione del film-documentario sulla mafia “la mattanza”. Benchè i nostri occhi si chiudano per la stanchezza l’interesse è alto. Nel film viene più volte descritta la figura di Provenzano e ci fa un certo effetto pensare che siamo alloggiati in una casa che fino alla confisca, avvenuta due anni fa, era di sua proprietà.


10 luglio 2007
NELLA FOTO: il momento "magico" della trebbiatura del grano,
quello con la vitamina "L" della Legalità

Nessun commento: