martedì 17 luglio 2007

"Beppe Grillo ha ragione: via politici corrotti"

Proposta di legge per un «Parlamento pulito», «soddisfatto» il genovese. A sorpresa la Corte dei Conti si dichiara d'accordo con il comico genovese: fuori dal Parlamento i condannati per «cattiva amministrazione»
ROMA - I politici corrotti sono ineleggibili. Chi riveste una carica pubblica e viene condannato in via definitiva per «cattiva amministrazione», non ha diritto a partecipare ad altre consultazioni elettorali. A sorpresa, la Corte dei Conti si dichiara d'accordo con la proposta, che definisce «un po' forte, clamorosa», di Beppe Grillo che recentemente ha depositato alla Cassazione una richiesta di legge popolare per un «Parlamento pulito». (SEGUE)

VAFFANCULO DAY
Iscriviti al Vaffanculo Day

Nessun commento: